Logitravel

Guide Turistiche di Tirolo

Tirolo

montagne, boschi e alpinismo

Tirolo

Una terra contesa tra Italia e Austria

Una terra contesa tra Italia e Austria
La zona del Tirolo è una delle più contese d'Italia: si tratta di una storica regione a cavallo delle Alpi che comprende tre diversi territori appartenenti a Stati e regioni differenti. Partendo da Nord si trova il cosiddetto Nordtirol o Tirolo Settentrionale, i cui confini sono inclusi all'interno del confine austriaco e hanno come capoluogo Innsbruck, antica capitale della regione del Tirolo. A est ci si imbatte nel Tirolo Orientale (Osttirol), ancora di stampo austriaco, che ruota intorno alla città-capoluogo Lienz. La parte meridionale, invece, è conosciuta con il nome di Sudtirol o Tirolo Meridionale ed è propriamente italiana, comprende la zona dell'Alto Adige-Südtirol.

Sono stati tanti i cambiamenti territoriali che nel corso degli anni hanno investito la zona del Tirolo. In età medioevale il Tirolo Storico comprendeva tutti quei territori che oggi fanno parte del Tirolo austriaco, dell'Alto Adige più alcune giurisdizioni del Trentino. La storia del Tirolo risale a moltissimi secoli fa, si pensa che i primi insediamenti possano essere collocati oltre 10mila anni fa, come testimoniano diversi ritrovamenti, prima fra tutti la famosa mummia Oetzi che si trova al Museo di Archeologia di Bolzano/Alto Adige. Tante sono le culture che sono passate in questa zona: da non dimenticare i romani, che hanno lasciato alcuni resti ancora oggi visibili, come la città romana Aguntum vicino a Lienz o la Via Claudia Augusta.

La storia di questa zona va inoltre collegata anche all'industria mineraria, che principalmente investe la città di Schwaz, centro minerario per eccellenza, e all'estrazione del rame che ruotava intorno a Brixlegg. Un altro capitolo importante che ha caratterizzato la zona è quella delle rivoluzioni terriere che hanno investito quest'area dopo l'era mineraria, con i contadini che iniziano le loro battagli per la libertà. I limiti del Tirolo vengono poi delimitati con la seconda guerra mondiale quando si sancì che il nord sarebbe stato parte dell'Austria e il Sudtirol dell'Italia.

Bellissimi scorci panoramici, montagne mozzafiato, fantastiche passeggiate in mezzo alla natura: il Tirolo è questo. E' una terra che vi permetterà di entrare in profondo contatto con la bellezza della natura, gustandone i silenzi e deliziandovi con le viste panoramiche. Una vacanza nel verde d'estate e in primavera e tra le valli bianche innevate durante l'inverno: un luogo paradisiaco, una sorta di paese delle meraviglie, per dirla con Lewis Carroll, di cui non potrete non innamorarvi.

Regione per regione, il fascino del Tirolo

Regione per regione, il fascino del Tirolo
  • Tirolo Austriaco
La parte austriaca del Tirolo, come precedentemente anticipato comprende due zone: il Tirolo orientale e quello settentrionale. Il primo è attraversato dal fiume Drava che taglia il capoluogo, ovvero la città di Lienz e vanta all'interno della sua zona le belle montagne del Parco Nazionale Alti Tauri. Il secondo, invece, ruota intorno alla città di Innsbruck e comprende le Alpi dell’Oetztal e il gruppo Silvretta.

Ecco le diverse regioni e i luoghi d'interesse di questa zona:
    • Kufstein e dintorni
Al confine con la Baviera tedesca, nel nordest del Tirolo Settentrionale si trova la bella cittadina di Kufstein da cui partono gite ed escursioni dirette ad alcuni punti paesaggistici di grande fascino, come laghi Walchsee, Thiersee o Reithersee nella valle Alpbachtal. Sentieri, piste da sci d'inverno e funivie rendono questa meta imperdibile durante la stagione invernale. A tutto ciò si aggiunge un'aria festosa, caratterizzata da diversi eventi folcloristici, enogastronomici e culturali che hanno luogo in diversi periodi dell'anno.
    • Kitzbühel e dintorni
Kitzbühel è una città dall'immenso fascino situata a nord del Tirolo Settentrionale: una zona immersa nel verde, caratterizzata da piccoli vicoli intricati e ottime piste da sci, tant'è che vanta la presenza di molti personaggi famosi durante il periodo invernale. E' conosciuta anche con l'appellativo "Gamsstadt" che significa città dei camosci. Da non perdere nelle vicinanze il piccolo borgo di Ellmau, set teatrale della serie della TV tedesca, "Der Bergdoktor" (Il medico di montagna).
    • Schwaz e dintorni
Luogo per eccellenza che testimonia il passato minerario della zona: Schwaz era nel tardo medioevo una delle città più ricche di tutta Europa. Con la vecchia ferrovia oggi è possibile scendere nella miniera, situata all'interno della montagna. Scenari paesaggistici favolosi, il lago Achensee, le distillerie e le gite in barca sono alcune delle opzioni a vostra disposizione nei dintorni di Schwaz, nella regione austriaca di Achensee e Karwendel.
    • Zillertal
In questa regione si trovano bellissime vallate e montagne oltre a una serie d'interessanti alternative, come i bagni termali di Tux, i più alti d'Europa e la strada panoramica di Gerlos, assolutamente emozionante. Di questa zona sono originari anche gli "Zillertaler Schürzenjäger", una band folcloristica molto conosciuta in Austria.
    • Innsbruck
 Se volete visitare il Tirolo austriaco una tappa a Innsbruck è assolutamente obbligatoria dato che questa città vanta l'appellativo di essere "la città più bella dell’arco alpino" come recita una canzone locale. Tante sono i luoghi d'interesse storico-artistico come il famoso tettuccio d’oro, il trampolino olimpionico del salto sul Bergisel, oltre alla vista paesaggistica da mozzare il fiato. Nelle vicinanze, inoltre, si trovano alcune piste da sci molto rinomate, perfette per le giornate d'inverno.
    • Le valli
Le valli Wipptal e Stubaital sono due bellissime vallate che permettono di conoscere un po' più a fondo il mondo delle Alpi dello Stubai con l'omonimo ghiacciaio dove si trova (a 3.150m di altitudine) il ristorante più alto di tutta l'Austria. Spostandoci verso il cuore del Tirolo settentrionale si trovano le belle valli Pitztal e Oetztal, a ridosso dell'affascinante e animata città di Imst. E ancora la Gurgltal con il suo famoso sentiero"Adlerweg"
    • Tirolo Orientale
Tante le aree da visitare anche nella zona del Tirolo Orientale: da non perdere la regione Alti Tauri, dove si trova l'omonimo parco nazionale, che rappresenta la zona protetta più grande di tutta l'Europa Centrale. E ancora la regione di Dolomiti di Lienz (così chiamata anche se le montagne attorno alla città di Lienz non sono propriamente parte delle Dolomiti) con i suoi paesaggi incantevoli, i tratti mediterranei, i castelli e le rocche (si ricordano il castello Bruck e la rocca Tammerburg). Non si può non menzionare, inoltre, l'Alta Val Pusteria, chiamata "Hochpustertal" in tedesco, dove si trova la famosa chiesa di Maria Luggau, meta di pellegrinaggio.
  • Sudtirolo
    • Bolzano
Il centro più importante del Sudtirolo è Bolzano, una città che si trova in una grande conca al centro delle Alpi, in una posizione strategica e assolutamente affascinante che permette ai turisti di godere diinteressanti viste panoramiche e di ammirare una serie di bei luoghi di interesse storico-artistico. Tante sono le attrazioni che vanta questa città dell'Alto-Adige, come il museo Archeologico dell'Alto Adige, rinomato per la mummia Otzi che è datata oltre 5300 anni fa. E ancora il centro storico della città che ruota intorno a piazza Walther e al bel Duomo gotico del 14esimo e 15esimo secolo. Moltissimi sono poi gli edifici degli di nota in questa città, come Chiesa dei Domenicani con la sua Cappella di S. Giovanni, la chiesa dei Francescani, l'elegante piazza delle Erbe e il Museo Civico che ripercorre la storia di questo posto. Bolzano è poi il luogo perfetto per chi ama camminare: sono moltissimi i sentieri a piedi raccomandati, tra cui si ricordano la Passeggiata del Guncina che porta fino al Castello e la Passeggiata di S.Osvaldo-S. Maddalena diretta all'omonima chiesa.
    • Altri luoghi del Sudtirolo
Tante sono le altre aree famose del Sudtirolo: le Dolomiti, Plan de Corones, Alta Pusteria, Alta Badia, Val Gardena, Rosengarten Latemar, Alpe di Siusi , Valle Isarco, Merano e dintorni, Valli di Tures e Aurina e Val Venosta sono tutto quello che potrete ammirare in zona. Si tratta di territori montani di grande fascino, dove potrete passeggiare, dilettarvi negli sport invernali, fare gite culturali o naturalistiche. Il tutto all'aria aperta, godendo di quell'atmosfera unica che solo le località in montagna possiedono. Da non perdere il villaggio di Terlano con la chiesa di San Cristoforo, il Castello di Cornedo (Karneid), il grande Schloss Runkelstein (Castel Roncolo), solo per citarne alcune.

La cucina tirolese

La cucina tirolese
Sia che si tratti di cucina austriaca sia italiana, un tratto comune della cucina tirolese c'è: si tratta di una gastronomia ricca e proteica. Per mangiare le vere ricette tipiche di questo posto di consiglia di evitare i grandi ristoranti, ma di affidarsi alle piccole locande a gestione familiare che vi consentiranno di conoscere davvero la cucina locale. Tavoli in legno, panche intarsiate, caminetti, luci soffuse e ambiente familiare caratterizzano questi posti dove potrete andare alla scoperta del meglio della cucina tirolese, gustando piatti a base di carne e patate, zuppe e terminando con una grappa, che qui è di casa.

La cucina della zona, come è normale per le aree di montagna, non è di certo dietetica: tra i primi piatti dominano gli gnocchi conditi con verdure, speck e formaggi, le minestre di gnocchi o i famosissimi Canederli, che altro non sono che grossi gnocchi preparati con pane raffermo o polenta, latte, uova e insaporiti con speck, pancetta, formaggi, ricotte e carne. In ogni zona del Tirolo potrete assaggiare la stessa ricetta preparata in modo diverso, con varianti che ogni locale attua. I secondi piatti sono per lo più a base di carne, con prevalenza di vitello e fegato oppure la cacciagione. Buonissimi anche gli spezzatini preparati in modi vari, con i funghi, oppure con prosciutto, patate e uova. Dopo il secondo piatto fondamentale un assaggio di formaggi: la zona è molto ricca di prodotti fatti in loco, quindi vale la pena provarli.

Da non dimenticare i dolci che sono una costante della cucina del Tirolo: si tratta di dolce per lo più a base di creme o a base di frutta, dove predomina quella tipicamente montana come ribes, fragole, more, mirtilli, lamponi. Il dolce è una sorta di rituale per gli abitanti della zona, va gustato seduti al tavolo accompagnato da cioccolate calde (meglio se con panna montata) o con tè aromatico.

Per quanto riguarda le bibite, posizione d'onore spetta alla birra. Ma da provare anche le grappe aromatiche post pranzo o cena o come accompagnamento del dolce. Tra tutte la più diffusa è la grappa ai frutti di bosco.

I festival: espressione dello spirito del posto

I festival: espressione dello spirito del posto
In tutta la zona del Tirolo si svolgono diversi festival importanti, appuntamento imperdibile per gli abitanti del posto, ma anche per i turisti che in massa affollano le zone interessate per assistere alle diverse manifestazioni.

Ecco alcuni dei principali eventi che animano questa zona contesa tra Austria e Italia:
  • Festival Tirolese
Si tiene a 13 km da Kufstein, nella cittadina di Erl, ed è la principale manifestazione espressione dello spirito della zona. Sotto la direzione di direttori d'orchestra di fama internazionale si assiste a spettacoli di musica classica, alla recitazione della passione di Cristo e tanti eventi correlati.
  • Festival della Mointain Bike
Con il nome di KitzAlpBike si indica il festival della montain bike che da più di 15 anni anima la zona vicino a Kitzbühel, durante il mese di giugno. Appuntamento imperdibile per gli amanti dello sport. L'appuntamento sulle due ruote si duplica poi alla fine dello stesso mese, con la "Urban Bike Challenge" a Westendorf.
  • Festival dei Cori
Musica gospel, lirica, jazz e musica sacra: sono questi i protagonisti del Festival dei Cori, una kermesse che si tiene in Val Pusteria, Dobbiaco, durante il mese di giugno e che attira più di 100 cori provenienti da diverse parti d'Italia e del mondo.
  • Transart
Si tratta di un festival di cultura contemporanea, che ruota intorno all'arte e musica e che si svolge in Bressanone, a cavallo tra i mesi di settembre e ottobre.
  • Settimane Musicali Meranesi
E' la musica classica la protagonista delle Settimane Meranesi che hanno luogo ogni anno verso la fine del mese di agosto.
  • Festa dello Speck
I buongustai non devono perdersi la festa dello speck che si tiene in Val di Funes: una manifestazione culinaria che offre i migliori piatti della tradizionale locale preparati con lo speck.