Logitravel

Guide Turistiche di Costiera amalfitana e sorrentina

Costiera amalfitana e sorrentina

Il paradiso lontano dal caos delle metropoli

Costiera amalfitana e sorrentina
  1. Guida Turistica
  2. Europa
  3. Italia
  4. Costiera amalfitana e sorrentina

Più di centro chilometri di natura incontaminata

Più di centro chilometri di natura incontaminata

Dalla provincia di Salerno a Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli: circa 100 chilometri che si affacciano sul golfo di Salerno e sul mar Mediterraneo, un paradiso di bellezza naturalistica conosciuto tutto il mondo. Luoghi incontaminati con paesaggi incredibili e paesi che nascondono arte, storia e cultura. Le città che formano la costiera amalfitana e quella sorrentina sono moltissime e ognuna attira tantissimi turisti. Si va da Vietri, Maiori, Minori, Ravello, la famosissima Amalfi, Praiano, Furore, Positano e Sant'Agata sulla costa amalfitana e Sorrento, Vico Equestre, Sant'Agnello e Massa Lubrense sulla costiera sorrentina. Si tratta di alcune delle zone turistiche più famose di tutta Italia, ambite dagli italiani stessi che, si rifugiano nei mesi estivi per scappare dalla frenesia della città, e dai turisti stranieri che rimangono senza parole di fronte alle bellezze di questa terra. Il nome di costiera amalfitana e sorrentina si deve alle due città principali poste una da un lato e l'altra da quello opposto della penisola: Amalfi, centro storico e geografico del lato della penisola delimitato da Positano e Vetri sul Mare, Sorrento al centro del versante diametralmente opposto. Due città diverse, come del resto sono differenti tra loro tutti i centri di questa zona, con tradizioni e luoghi del tutto originali. Un tour alla scoperta di quanti posti differenti si possono trovare in meno di 150 chilometri è assolutamente consigliato.

Questo rappresenta il lato più bello e naturale della Campania, nel centro-sud d'Italia, a poca distanza da Ercolano e Pompei, un luogo dalle antiche origini i cui scavi sono oggi una dei luoghi d'interesse più importanti di tutta Italia. Non molto lontano si trova anche Napoli, il capoluogo di questa regione, con i monumenti storici e le grandi piazze. Ma chi viene sulla costiera amalfitana e sorrentina per godersi un po' di assoluto relax raramente si allontana da questi luoghi per ributtarsi nella caotica città. Piuttosto si dedicherà a escursioni naturalistiche e storiche nell'isoletta di Capri o a Ischia, entrambi raggiungibili da Sorrento.

Per raggiungere Sorrento e i paesi adiacenti è possibile atterrare all'aeroporto di Napoli e da qui raggiungere le varie località con il trasporto locale. Per chi volesse andare nella costiera amalfitana, oltre all'aeroporto di Capodichino è possibile atterrare a Pontecagnano, a 40 chilometri da Salerno. La costiera è raggiungibile anche in treno, le città della costiera sono collegate alle principali città del Nord e del Sud d'Italia. In estate (ricordando che qui l'estate effettiva è prolungata da maggio a ottobre) è possibile servirsi anche dei traghetti e degli aliscafi che collegano le città maggiori con Napoli e le isole.

Il periodo migliore per visitare la costiera è senza dubbio quello estivo, che vi consentirà di apprezzare il mare, le tantissime spiagge e i fantastici panorami del litorale.

Le città del litorale

Le città del litorale

La costiera, sia  amalfitana sia sorrentina, è più che mai varia: ogni centro ha una sua caratteristica storico-culturale, e un aspetto che lo distingue e che pertanto lo rende affascinante per il turista. Una bella vacanza in questa terra potrebbe consistere in un tour da città a città, noleggiando un'automobile: una soluzione che consentirebbe di ammirare tutti i lati meravigliosi che la costiera è in grado di offrire.

Da Vetri a Castellammare di Stabia: ecco tutto quello che non dovreste perdervi.

 

  • Vietri sul Mare

 

E' il punto di partenza della Costiera amalfitana, considerata patrimonio dell'umanità dall'Unesco. Vietri sul mare è molto conosciuto per le sue ceramiche: il palazzo dove si fabbricano è inoltre un esempio di architettura del secondo dopoguerra. Al suo interno è possibile anche ammirare la collezione di ceramiche contemporanee, una delle più belle di tutta Italia. Tra le altre bellezze storiche: la chiesa parrocchiale San Giovanni Battista, in stile tardorinascimentale napoletano o l'Arciconfraternita dell'Annunziata e del Rosario con la sua facciata seicentesca con ceramiche dipinte.
  • Maiori e Minori
Maiori e Minori sono due bei comuni nella provincia di Salerno: il primo è conosciuta per le sue spiagge e per i bei ristoranti dove gustare le delizie enogastronomiche di questa zona. Minori, invece, è la meta dei vip e dei turisti benestanti, con la sua Villa Marittima Romana e la Basilica di Santa Trofimenta.
  • Ravello
Gli amanti dell'arte e della letteratura non potranno non fermarsi a Ravello, uno dei principali centri turistici della costiera amalfitana, che attira molti intellettuali per via di quell'atmosfera culturale nascosta dietro ai palazzi architettonici e alle belle ville. Questa città, come altre della costiera amalfitana, è stata ricordata da Rossellini in alcuni dei suoi famosi film sul dopoguerra. Sono tantissimi i monumenti che si possono trovare nella città di Ravello: dal Duomo alla Chiesa di Santa Maria, dalla chiesa di San Francesco a quella di Santa Chiara. Le ville principali di questa città sono Villa Rufolo, dove si vedono testimonianze dell'influenza islamica, Villa Cimbrone, con i suoi antichi edifici e Villa Eposcopio, un tempo sede vescovile.
  • Amalfi
Amalfi rappresenta la città principale di tutta la costiera, ed era un tempo una delle repubbliche marinare d'Italia con Genova, Pisa e Venezia. Con il suo duomo (che mischia lo stile lombardo e normanno con lo stile saraceno dei chiostri), la Chiesta di Santa Maria, il Chiostro del Paradiso, la Valle dei Mulini, la Fontana di Sant'Andrea e l'Arsenale della Repubblica rappresenta uno dei posti prediletti per poter ammirare le testimonianze dell'influenza romana e barbara in questo territorio. Si tratta di un vero e proprio gioiello della costiera amalfitana.
  • Praiano
E' il posto della calma e della tranquillità: si dice che venisse il doge di Amalfi per trascorrere delle vacanze in assoluto relax. E' una città dominata da scale, che rendono la città decisamente affascinante
  • Conca dei Marini
Qui si trova una favolosa grotta posta nell'insenatura della costa: la grotta dello Smeraldo. E' una delle bellezze naturali più splendide di tutta la costiera. All'interno di questa città ci sono anche bellissimi luoghi d'interesse storico, come la chiesa di Sant'Antonio da Padova, la Torre del Silenzio (chiamata anche Torre Costiera) e il convento di Santa Rosa.
  • Furore
Si tratta di una città collocata tra le montagne, dal paesaggio decisamente caratteristico: si trova in mezzo alle acque cristalline e presenta i fiordi, elementi tipici del paesaggio nordico. E' un posto dall'atmosfera sognante, ve ne innamorerete di sicuro.
  • Positano
Con le torri saracene, Positano è una delle città turistiche più importanti di tutta la costiera amalfitana. Le scogliere a picco sul mare, le spiaggette cristalline, il paese incastonato nella roccia sono alcuni elementi caratteristici di questa città. Non mancano hotel, ristoranti e locali per tutti i gusti e per tutti gli standard. Il posto più caratteristico è rappresentato dalle torri saracene, costruite nel medioevo per avvistare i Saraceni.
  • Sorrento
La città più importante della costiera sorrentina è appunto Sorrento, una città da un centro grazioso e con una serie di monumenti: si va alla Cattedrale dei santi Filippo e Giacomo, il palazzo storico Sedil Dominova, le spiagge molto frequentate, la Basilica di Sant'Antonino con le reliquie del santo, e i due musei più belli della città, il George Vallet e il Bottega della Tardia Lignea, con ampi esempi di tarsie di legno.
  • Vico Equense
Sul piccolo promontorio del Golfo di Napoli si trova il paese di Vico Equestre, che rappresenta il cuore della penisola sorrentina. Si tratta di un paese dominato da più e più popoli nel corso della storia, le cui testimonianze ancora oggi sono presenti: tracce di Etruschi, Fenici, Greci e Romani sono ben visibili nel centro storico. Due sono i monumenti più importanti: si tratta del Castello costruito su richiesta di Carlo d'Angiò, che qui veniva per passarci le estate e la Cattedrale dell'Annunziata, costruita una rupe calcarea che si affaccia sul mare.
  • Castellammare di Stabia
L'ultimo punto della costiera è rappresentata da Castellammare di Stabia, un paese in provincia di Napoli. Una bellissima zona collocata a pochi distanti da Pompei, Sorrento e da Napoli. Si tratta di una città che vanta siti archeologici e stabilimenti termali che le hanno conferito la nomea di "Metropoli delle acque, dei climi e del mare".

Limoncelli e prodotti caseari: tutto quello che si può mangiare nella costiera

Limoncelli e prodotti caseari: tutto quello che si può mangiare nella costiera

Nei paesi della costa, sia amalfitana che sorrentina, la buona cucina è d'obbligo. La Campania, del resto, è una delle regioni più conosciute per la gastronomia, pertanto se siete amanti della buona tavola non ne rimarrete delusi. Se volete mangiare sulle zone del litorale dovrete mettere in conto che i prezzi sono più alti, più ci addentra verso l'interno, più è facile trovare ristoranti, trattorie e locali dai prezzi alla mano e dai menù decisamente sfiziosi. Tutta la costa è famosissima per i suoi prodotti caseari e per la produzione di olio, pasta fatta in casa e limoncello. Ogni città ha poi alcuni prodotti tipici, assaggiateli, ne vale veramente la pena. Per esempio a Minori, nella costa amalfitana, non potrete non provare i dolci tipici delle pasticcerie (si segnala sul lungo mare il Bar De Riso), in particolar modo quello di ricotta e pera, con la ricotta fresca e prodotta in loco.

A Sorrento, alla fine dei pasti, non potrete non degustare del buonissimo limoncello di Sorrento, presente in tutti i ristoranti della zona. Una delle città più raffinate in tema di gastronomia è Vico Equense, dove è possibile gustare salsicce, formaggi, caciotte ripiene di purea di burro, caprini alle erbe aromatiche e salami in ogni bar, trattoria o ristorante della città. Si segnalano l'antica Osteria Nonna Rosa, l'Osteria Cantine Torre Ferano e il ristorante Torre del Saracino. Tutta la zona della costiera sorrentina è comunque famosa per i suoi prelibati formaggi, tra cui primeggia il Provolone del Monaco, un formaggio stagionato che è possibile comprare nelle varie botteghe artigianali disseminate sul territorio. Sul lato opposto, ad Albori, a pochissima distanza da Vietri sul mare, è il luogo ideale per un pasto veloce, ma gustoso: una bruschetteria (Bar Albori) che offre panini con il meglio degli ingredienti napoletani.

Tra gli altri ristoranti della costiera meritano di essere menzionati:

 

  • Hosteria Il Pino, Praiano

 

Con la sua terrazza affacciata sul mare offre un'atmosfera assolutamente unica e una cucina raffinata e gustosa. Si trova in via G. Capriglione, 13.
  • Ristorante Saraceno d'Oro, Positano
Specializzato nella cucina mediterranea, ottima cucina, ma non tra i più economici per via della sua posizione di privilegio vicino al mare. Si trova in Via Pasitea al civico 254.
  • Mamma Agata, Ravello
In piazza S. Cosma al civico 9 si trova questo ristorante in cui è possibile coniugare la cucina strepitosa, i panorami bellissimi e le lezioni di cucina, con i prodotti freschi dell'orto. Previsti anche assaggi alle grappe e ai dolci, che delizieranno i vostri palati. Da provare.
  • Ristorante Marina Grandi, Amalfi
Con vista sul mare, bella atmosfera e buona cucina. Si trova in Viale della Ragione, al civico 4.

Tradizione e movida

Tradizione e movida
Sul litorale e sulle città della costiera amalfitana e di quella sorrentina le tradizioni vengono mantenute vive nelle tante sagre e feste di paese. Ecco alcuni degli eventi più importanti che si tengono nelle principali città sul Golfo di Salerno e vicino a Sorrento.
  • Luminara di San Domenico a Praiano
La Luminara di San Domenico è una festa che si celebra nel comune di Praiano: dal 1 al 3 di agosto e prevede una serie di suggestivi spettacoli di luci e pirotecnici in onore del Santo venerato nel Convento di Santa Maria a Castro. Visitare questa città durante la festa è un'occasione da non lasciarsi scappare.
  • Sant'Andrea ad Amalfi
Il 30 settembre ad Amalfi si celebra la giornata di Sant'Andrea, santo protettore della città che, si dice un tempo fosse pescatore. Durante la festa si svolge il miracolo di Sant'Andrea, ovvero dalla tomba dove riposa il santo fuoriesce una sostanza oleosa, che simboleggia la protezione del santo. Se il liquido non fuoriesce, secondo la leggenda, qualcosa di grave può succedere da un momento all'altro.
  • Sagra del pesce azzurro di Atrani
Vicino ad Amalfi si trova Atrani, un piccolo paesino dove ogni anno, nel mese di agosto, si celebra la sagra del pesce azzurro, che delizierà gli amanti della buona tavola.
Gli amanti delle notti folli sulla costiera amalfitana e sorrentina saranno accontentanti. Essendo un luogo turistico ci sono molti locali notturni, discoteche, pub e bar dove è possibile divertirsi, trascorrere la serata con gli amici bevendo una birra e facendo quattro chiacchiere. In alcune aree ci sono locali più chic, in altre più alla mano: in ogni modo non avete di che preoccuparvi, la costiera amalfitana e quella sorrentina presentano locali per tutti i gusti.