Logitravel

Guide Turistiche di Orvieto

Orvieto

Antico centro etrusco

Orvieto

La città sulla rupe di tufo

La città sulla rupe di tufo
Orvieto è un comune di poco più di 20mila abitanti che si trova all'interno della Regione Umbria, nel centro Italia, e che appartiene alla provincia di Terni. Si tratta di un centro di immenso fascino, di un luogo preso di mira da turisti di tutto il mondo per due particolarità, una geografica e l'altra storica. Per quanto riguarda il primo di questi due aspetti, Orvieto vanta una posizione geografica davvero eccezionale: si trova, infatti, collocato su una rupe di tufo su 325 metri sul livello del mare in una posizione sopraelevata che consente alla città di dominare l'intera valle. Per quanto riguarda la sua storia, invece, Orvieto rappresenta un centro etrusco di grande importanza che raggiunse il suo massimo splendore intorno al VI secolo avanti Cristo, un secolo dopo rispetto alla sua presunta nascita (notizie attendibili sui primi insediamenti umani sono collocate intorno al VII secolo a.C, anche se si ritiene che già nell'Età del Bronzo e in quella del Ferro la zona fosse abitata).

Furono gli etruschi le popolazioni che prima di tutte lasciarono segno del proprio passaggio in questo centro che all'epoca era conosciuto con il nome di «Volsinii Veteres». Dal VIII al VI secolo a.C. questa zona divenne un centro di notevole sviluppo per le ricche famiglie, una zona di notevole importanza commerciale e artistica. Oggi camminare per questa città è come ripercorrere la storia: ogni angolo, ogni strada, ogni via parlano e raccontano il passato di questa città. La bellezza di Orvieto è quella di essere al tempo stesso città etrusca, città medioevale e città moderna: potrete visitarla comodamente a piedi, camminando in lungo e in largo per le sue vie. Il Duomo, i resti del Tempio del Belvedere, il Palazzo del Capitano del Popolo, il Pozzo della Cava, oltre a una serie lunghissima di musei sono alcune delle opzioni che avrete a disposizione una volta messo piede in questa città.

Chiese antiche si alternano a bellissimi palazzi, Orvieto è una città che nel corso dei secoli è stata attraversata da diverse popolazioni: romani, goti, bizantini, longobardi occuparono a periodi alterni questa città.

Orvieto non è facilmente raggiungibile con i mezzi di trasporto pubblico. La soluzione migliore per visitare questa città umbra è il treno, scendendo alla stazione di Orvieto-Scalo situata sulla linea ferroviaria Roma-Firenze. Da qui sono garantiti collegamenti al centro storico tramite autobus e funicolari: tutte le principali attrazioni si trovano poi nel centro storico e sono facilmente raggiungibili a piedi. Se venite dall'estero potete contare sugli aeroporti adiacenti, tra cui i più comodi sono quelli di Roma (Fiumicino e Ciampino). In alternativa si possono utilizzare gli scali di Firenze e Perugia, e proseguire poi noleggiando un auto o in treno. E' una città non comodissima da raggiungere, ma la sua bellezza e la sua storia vi ripagheranno di ogni fatica.

Un tour in questa città piena di Storia

Un tour in questa città piena di Storia
Orvieto è una città di origine etrusca ricca di storia. Sono moltissimi i monumenti che potrete ammirare. Ecco, a seguire, tutto quello che non dovete perdervi:
  • Le costruzioni religiose
Sono moltissime le costruzioni religiose degne di nota che Orvieto conserva nel suo territorio, ognuna con una propria particolarità architettonica. Ecco le più importanti:
    • Duomo di Orvieto
Il Duomo di Orvieto è il principale luogo di culto della città. Si tratta di una cattedrale che vanta una bellissima architettura di stampo gotico caratterizzata da una facciata decorata con bassorilievi e sculture che portano la firma del celebre architetto toscano Lorenzo Maitani. Il Duomo è senza ombra di dubbio uno dei simboli della città, fu realizzato intorno al 1500 e vanta al suo interno una serie di mosaici di grande richiamo.
    • Cappella di San Brizio
Da non perdere anche una visita alla Cappella di San Brizio, conosciuta per i famosi affreschi sul Giudizio Universale ad opera di Luca Signorelli.
    • Abbazia di San Severo e Martirio
Bellissimo anche il complesso monastico dell'Abbazia di San Severo e Martirio che conta un insieme di architetture alto-medievali e di epoca romanica.
    • Le altre chiese
E ancora, da non perdere la Chiesa di San Giovenale; la Chiesa di Sant'Andrea realizzata laddove un tempo esisteva un tempio pagano o una chiesa paleocristiana; la Chiesa di San Domenico con il bel Mausoleo del Cardinale de Braye, la Chiesa di San Francesco del 13esimo secolo e la Chiesa di San Ludovico, solo per citarne alcune.
  • Il pozzo di San Patrizio
Stupenda opera di ingegneria, il Pozzo di San Patrizio era stato studiato per facilitare la salita e la discesa degli animali da soma che portavano l'acqua in superficie: la particolare struttura permette che le scale di salita e di discesa, pur essendo all'interno del pozzo, non si incontrino mai. Una visita a questo luogo è imperdibile per tutti coloro che visitano Orvieto.
  • Orvieto Sotterranea
La bellezza di questa città, come abbiamo già accennato, è legata alla sua posizione sopra una rupe di tufo: questa particolarità ha consentito il formarsi di numerose caverne scavate nel tufo, la cui visita è possibile attraverso un percorso chiamato appunto "Orvieto underground," ovvero Orvieto sotterranea. Cantine, frantoi, luoghi di rifugio d'emergenza nei casi di assedi e tanto altro animano gli ambienti sotterranei di questa città, che meritano di essere visitati.
  • Musei
Tanti sono i musei che gli appassionati di arte potranno ammirare a Orvieto. Si parte con il Museo dell'Opera del Duomo, imperdibile per gli appassionati di arte religiosa, si continua con il Museo Civico e il Museo Claudio Faina, entrambi ospitati nell'affascinante Palazzo Faina. E ancora il Museo Archeologico Nazionale la cui sede di trova all'interno del Palazzo Papale e il Museo Emilio Greco, situato all'interno del Palazzo Soliano costruito sul finire del 1200.
  • La Necropoli del Crocefisso del Tufo
Da non perdere, inoltre, una visita alla necropoli etrusca che si trova alla base della rupe di Orvieto, che rappresenta un agglomerato di piccole tombe tutte delle stesse dimensioni.
  • I Palazzi
Tanti sono poi i palazzi che meritano una visita, grazie alla loro particolare architettura, come il Palazzo Comunale, quello del Popolo, Palazzo dei Febei , Palazzo Gualterio, Palazzo dei Sette con la torre del Moro, il duecentesco Palazzo Medici. E ancora i palazzi rinascimentali come Palazzetto Mancini, Palazzo Aureli-Missini, Palazzo Bucciosanti, Palazzo Crispo-Marsciano solo per citarne alcuni.

Le prelibate ricette umbre

Le prelibate ricette umbre
La selvaggina è la padrona indiscussa della cucina umbra. Quaglie, starne e tortore cucinate in più modi, ma soprattutto avvolte nella pasta di pane, rappresentano il cuore della gastronomia di questa zona e potrete trovarle in quasi tutti i ristoranti della città. Ma la selvaggina non è l'unico ingrediente che caratterizza le tavole di Orvieto: qui, infatti, potrete apprezzare ottime salsicce, prosciutti magri, salami, mezzafegati, tutti prodotti in loco. La cucina di questa parte d'Italia vanta radici antiche e da sempre si presenta come una cucina semplice e salutare, di qualità, che tende a utilizzare i prodotti tipici per le sue ricette. A tutto questo si unisce poi una ricerca continua dell'innovazione, che fa sì che le ricette siano sempre preparate con cura. Lo stesso piatto, infatti, lo potrete trovare con delle piccole varianti nei diversi ristoranti della città. Per apprezzare davvero la cucina tradizionale di Orvieto è consigliato partecipare alla kermesse intitolata "Orvieto con gusto - l'Arca dei Sapori" che rappresenta uno dei momenti più belli per conoscere la cultura enogastronomica locale.

Tra le ricette più conosciute che potrete gustare si ricordano la zuppa di ceci e castagne, i crostini con il tartufo, la gallina ubriaca (cotta nel vino di Orvieto), gli umbricelli (un tipo di pasta fresca) fatti a mano, la lepre, il cinghiale e le palombe, giusto per citarne alcuni. Tra i dolci tradizionali si ricordano i maccheroni dolci di Natale, le lumachelle (fatta con acqua, farina e formaggio, le tortucce fritte, le frittelle con i fiori di zucca popolarmente chiamate "cicale", le ciambelline all'anice e le famose frittelle di San Giuseppe che si preparano solo in occasione della festa del Santo, ovvero il 19 marzo.

Quando si parla di cucina facendo riferimento a Orvieto non si può non nominare anche il vino, vera chicca della cultura del posto. Il vino per eccellenza, che troverete in ogni ristorante della città, è l'Orvieto D.O.C. che non solo vanta la nomea di essere il migliore della zona, bensì costituisce uno dei vini che rappresentano l'eccellenza italiana in materia. Viene prodotto in tutta la provincia e sebbene il bianco sia il più diffuso, è presente anche nella variante di vino rosso e di vino rosato. Secco, dolce, o abboccato, Orvieto, Orvieto Classico e Orvieto Classico Superiore sono alcuni dei modi in cui questo buon vino si presenta a tavola. La passione per il nettare di Bacco vanta origini antichissime, si dice infatti che già ai tempi degli etruschi la zona era rinomata per produrre questa prelibatezza.

Oltre all'uva anche le olive qui danno ottimi risultati. Si tratta dell'olio extravergine di oliva, delicato e dal sapore leggermente fruttato, con livelli di acidità bassissimi, che viene considerato uno dei migliori della zona e viene utilizzato per insaporire tutti i piatti.

Tra i ristoranti della città si ricordano
  • Gialletti, in Via A. Costanzi 71;
  • la Rocca in Loc. Rocca Ripesena 62;
  • la Taverna dell'Etrusco, in Via della Misericordia I°;
  • la Locanda Conte Adolfo in Piazzale Matteotti 3/4/5;
  • Al San Francesco in Via B. Cerretti, 10;
  • Castello di Titignano "Borgo Medioevale" in Loc. Titignano;
  • Villa Ciconia in Via dei Tigli, 69 nella Località Orvieto Scalo;
  •  Zeppelin in V. Garibaldi 28.

Il fitto calendario di eventi che animano Orvieto

Il fitto calendario di eventi che animano Orvieto
Orvieto è un centro culturale e animato, grazie al fitto calendario degli eventi che hanno luogo in questa incredibile città umbra. Ecco, a seguire, le principali manifestazioni, assolutamente imperdibili, divise mese per mese.
  • Dicembre e Gennaio
Tre sono i principali appuntamenti che hanno luogo nel mese di gennaio:
    • Umbria Jazz Winter
Si tratta di una settimana di musica jazz che anima la città a cavallo tra dicembre e gennaio e che si accompagna anche con cori gospel all'interno del Duomo. E' un festival internazionale.
    • Presepe nel Pozzo
Si tratta di un presepio sotterraneo a tema formato da personaggi a grandezza naturale.
    • Free Dans Orvieto
E' un festival di danza e musica che si svolge durante la prima settimana del mese.
  • Febbraio
Tra febbraio e marzo da non perdere sono gli appuntamenti enogastronomici accompagnati dalla musica che si svolgono all'interno del Ristorante Al San Francesco.
  • Marzo
All'interno del Palazzo dei Sette e in altri luoghi, nel secondo weekend del mese di marzo si svolge in città una mostra internazionale di fotografia, con annessi workshop e dibattiti. Imperdibile per gli amanti di questa forma d'arte.
  • Aprile, maggio e giugno
La Pasqua con le manifestazioni annesse è molto sentita in città. Oltre al famoso concerto di Pasqua che si tiene nel Duomo nel giorno del sabato delle Palme, vanno ricordate la Festa della Palombella che si tiene nel giorno della Pentecoste (50 giorni dopo la Pasqua), il Palio dell'Oca e la processione del Corpus Domini, accompagnata da un corteo storico con oltre 400 figuranti. Tra le altre manifestazioni a cavallo tra questi due mesi si ricordano:
    • Il premio internazionale per i diritti umani "città di Orvieto"
    • Il premio giornalistico nazionale Luigi Barzini, riconoscimento per i principali inviati
    • Il Concorso ippico Nazionale
    • L'esposizione internazionale canina
  • Luglio e agosto
Nel periodo estivo è la musica a farla da padrona, con il Festival internazionale di Chitarra Classica che si tiene nel Chiostro San Giovanni; la kermesse Orvieto Musica, con il suo fitto programma di concerti di musica classica e opere liriche e il concorso internazionale per cantanti lirici. A questi eventi si aggiungono l'assegnazione del premio teatrale Stella d'Oro e la Processione dell'Assunta che si svolge il 14 agosto.
  • Settembre
Se visitate la città di Orvieto nel mese di settembre non potrete non rimanere felicemente sorpresi del festival internazionale del Teatro di Strada, con i suoi molti spettacoli itineranti che si svolge tra le vie e il centro storico della città.
  • Ottobre
E' in questo mese che ha luogo la kermesse enogastronomica di Slow Food chiamata "Orvieto con Gusto".
  • Novembre
Nel mese di novembre, nel Centro Fiere Umbria PAD, si svolge l'annuale mostra mercato del tartufo e dei prodotti agroalimentari di qualità. Imperdibile per i buongustai.