Logitravel

Guide Turistiche di Stresa

Stresa

Destinazione ottocentesca

Stresa

La perla piemontese del Lago Maggiore

La perla piemontese del Lago Maggiore
Ecco, è questo l'aggettivo per descrivere Stresa: ottocentesca. Visitare questa bella località al centro del Lago Maggiore, in Piemonte, nel profondo nord del Bel Paese, è come fare un salto indietro nel tempo di circa un secolo e mezzo. Stresa racchiude tutto quel fascino della metà dell'Ottocento: regale, elegante, con le sue palazzine in stile liberty e le molte ville che si affacciano sull'acqua. Panoramica e pittoresca, è una delle destinazioni di rilievo internazionale in questa regione d'Italia, in grado di offrire scenari e viste panoramiche davvero da mozzare il fiato. La trasformazione di questa cittadina in località turistica di primo ordine si deve a diversi aspetti: in primis la rete alberghiera, attrezzata e imponente, lussuosa e rilassante che la rende una delle mete di villeggiatura per eccellenza. Segue poi la grande atmosfera culturale che è racchiusa all'interno di questo centro, dove si tengono ogni anno diverse manifestazioni e congressi di indubbio richiamo internazionale. A tutto questo si aggiunge il bel centro storico, come la chiesa di San Ambrogio in stile Neoclassica, il centro di Studi Rosminiani e la splendida vista sul Lago con tanto di spiaggia annessa.

Stresa altro non è che un piccolo comune in provincia di Verbano Cusio Ossola, che rientra all'interno della Comunità Montana Cusio Mottarone. Da qui è possibile però ammirare viste che arrivano sino alla sponda lombarda del Lago Maggiore: il panorama va dalle piemontesi Punta della Castagnola e Pallanza sino alle lombarde Cerro e Laveno. Di fronte a Stresa si trovano le tre scenografiche Isole Borromee (Isola Bella, Isola Madre e Isola dei Pescatori): anche queste con le loro peculiarità e il loro indiscusso fascino rappresentano un motivo in più per visitare Stresa, la perla del Lago Maggiore. Ottimo clima, fantastici scenari paesaggistici e interessanti costruzioni architettoniche creano in questa località quel quid armonico che la rende davvero una delle mete più ambite del Bel Paese.

La storia di Stresa è collegata a una pergamena del 998 che testimonia che la cittadina esisteva già a quei tempi: allora era conosciuto con il termine longobardo Strixia, che significa "piccola striscia di terra". Si sviluppo dapprima come villaggio dei pescatori fino a diventare nell'Ottocento meta rinomata tra gli intellettuali: Lord Byron, Stendhal e Charles Dickens sono alcuni dei celebri nomi che scelsero questa destinazione come fonte di ispirazione. Oggi a testimoniare le vesti letterarie e culturali di Stresa ci pensano i numerosi eventi e le kermesse che hanno luogo lungo l'affascinante lungomare o in altre location della città. Tra tutte le manifestazioni indimenticabili sono le "Settimane Musicali di Stresa e del Lago Maggiore".

Il modo migliore per raggiungerla in aereo è quella di atterrare allo scalo milanese di Malpensa. Da qui è possibile muoversi con tutti i mezzi (treno, bus e auto) verso la destinazione.

Lago, montagna e isole: le molte attrazioni di Stresa

Lago, montagna e isole: le molte attrazioni di Stresa
Tante sono le attrazioni di Stresa: in questa cittadina di poco più di 5mila abitanti e nelle sue immediate vicinanze potrete trovare una lunga serie di interessanti opzioni. Luoghi superaffollati e angoli silenziosi: la varietà è la parola chiave di questo posto.

Ecco, a seguire, tutto quello che non dovete dimenticare di visitare, una volta a Stresa:
  • Il lungolago
Non può che essere il lungolago il punto di partenza per la visita di questa città: da qui potrete godere del meraviglioso panorama sul Lago Maggiore.
  • Il Parco di Villa Pallavicino
Gli amanti del verde, della natura e dell'aria aperta non possono non apprezzare questo immenso parco, un giardino all’inglese che si affaccia sul lago, ricco di belle piante e di molti animali che gironzolano liberi. Il parco prende il nome della Villa, una bellissima dimora ottocentesca che si trova all'ingresso di Stresa: si tratta di una villa che risale al 1855 da cui si gode un'ottima vista sul lago e sulle Isole Borromee. Intorno alla villa sorge questo parco omonimo di ben 15 ettari dove potrete ammirare belle sequoie, castagni, larici e tanti altre piante.

A tutto questo si aggiungono diverse specie floreali, esotiche e locali, coltivate nelle serre. Il parco si dilunga per ben 17 chilometri: passeggiare lungo i suoi bei viali vi consentirà di imbattervi nella meravigliosa e varia fauna, ci sono: scimmie, lama, canguri, zebre, pappagalli, tucani, daini, fenicotteri, castori, tartarughe d'acqua e tante altre specie che popolano questo ampio spazio naturale. Anche i bambini potranno divertirsi, alternando la vista di qualche animale con il bel parco giochi della villa costruito appunto per i più piccini. Quella del Parco di Villa Pallavicino è una visita obbligata per tutti coloro che mettono piede a Stresa.
  • Alpinia
Seconda tappa consigliata per gli amanti della natura: si tratta del giardino botanico Alpinia, una distesa di 40mila metri quadrai che sorge sulle pendici del monte Mottarone, a 800 metri sul livello del mare, appena sopra la città di Stresa. Più di mille specie botaniche si trovano in questo parco che attira ogni anno circa 30mila visitatori. La bellezza di Alpinia, inoltre, sta nella sua posizione geografica sopraelevata: la vista panoramica che si gode è una delle migliori e abbraccia Stresa e tutta la zona del Lago Maggiore. Questa meta è facilmente raggiungibile in funivia.
  • Mottarone
Dopo aver visitato il giardino botanico Alpinia è possibile riprendere la funivia e proseguire alla fermata successiva, quella che porta fino a Mottarone, il rilievo alpino di 1491 metri che si trova all'interno del territorio di Stresa, tra il Lago Maggiore e il Lago d'Orta. Il Mottarone vanta la nomea di essere uno dei balconi più spettacolari di tutto il Piemonte. Meta ideale per gli amanti del trekking, della montain bike, degli sci e per tutti coloro che vogliono passeggiare in montagna.
  • Isole Borromee
Una delle attrazioni più famose di Stresa sono le isole Borromee che si trovano proprio di fronte alla città. Sono tre le isole, una più incredibile dell'altra: Isola Bella, Isola Madre e Isola del Pescatori, sono chiamate Borromee dal nome della famiglia che le comprò tra il Cinquecento e il Seicento. Isola Bella si distingue per i suoi palazzi e il giardini, l'isola dei Pescatori per la sua semplicità e naturalezza, Isola Madre per la sua atmosfera esotica. Un tour tra le isole, partendo dai principali porti, è assolutamente consigliato per tutti coloro che avessero voglia di scoprire i lati più affascinanti e misteriosi del Lago Maggiore.
  • Le ville liberty
Uno dei tratti tipici di Stresa è rappresentato dalle belle ville in stile liberty. Tra queste si menzionano: Villa Amalia Bernocchi, Villa Daisy Capucci Labadini, Villa Lomellini Cappa Legna,Villa Trentinaglia Villa Bernini,Villa Galimberti-Bernocchi, Villa Zinelli, villa Dora, Villa Carlottina Martgherita e Villa Maga-Dell'Orto.

Ottima cucina piemontese sulle rive del Lago Maggiore

Ottima cucina piemontese sulle rive del Lago Maggiore
A Stresa potrete godere di ottimi piatti che affondano le radici nella tradizione culinaria piemontese. Si tratta di una gastronomia che ha le sue fondamenta nella cucina contadina, negli orti e nell'allevamento di polli, conigli e maiali.

Tanti sono i piatti della tradizione piemontese che potrete apprezzare in questa località. Si tratta di ricette a base di carne e a basi di pesce, più le particolarità tipiche di ogni zona della regione. Ovunque potrete trovare i tartufi d'Alba, simbolo della città, la cotoletta d'Asti e la frittura mista all'astesana, i tomini di Chiaverano, il riso alla canavesana e la Bagna Cauda. E ancora il coniglio alla canavesana preparato con patate e aromi, le cipolline d'Ivrea, i biscotti crumiri tipici di Monferrato e il miele del Monte Rosa. Ovviamente non mancano anche qui i famosi gianduiotti, cioccolatini che devono il proprio nome alla maschera carnevalesca di Gianduja.

Tra le molte ricette che potrete gustare nei molti ristoranti della città si menzionano l'arrosto in Dolceforte, il Bianco di Branzino ai Porcini Crudi, la Coda di Rospo in Bianco, la Frittata alla Savoiarda, la Crema di Cavolfiore, il Fagiano alla Carbonara, gli Gnocchi alla Piemontese. Da segnalare anche i dolci, come la Marmellata di Castagne, la Mousse di Cioccolato, il Meloncino allo Spumante.

Tipiche di Stresa sono le Margheritine, dolcetti fatti per la prima volta nel 1857 dal pasticcere Piero Antonio Bolongaro per la principessa Margherita di Savoia.

Ecco alcuni ristoranti di Stresa e dintorni dove potrete godere di ottimi pasti:
  • Charleston
Si trova in C.so Umberto I 29. Si tratta di un piccolo locale che offre cucina di grande livello oltre che una vista panoramica di grande eccezione su lago.
  • L'idrovolante
Ubicato in piazzale Lido al civico 6. E' un caffè che offre menù diversi, vegetariano, piatti tipici, specialità alla griglia e menù per bambini. Da qui si gode un'ottima vista sull'Isola Bella.
  • La Pescheria
E' un ristorante situato sull'Isola Pescatori, in Via Lungolago, 6. Menù a più prezzi e più livelli saranno a vostra disposizione.
  • Casa Bella
Piccolo locale specializzato in cucina italiana che si trova in Via del Marino al civico 1.
  • Il Vicoletto
Raffinato e semplice, il Vicoletto è un piccolo ristorante che si trova in Vicolo Del Poncivo.
  • La Botte
Ristorante piccolo con pochi posti, ma con un interessante menù. Si trova in Via Mazzini 6/8.

Musica, arte e cultura ad animare la città di Stresa

Musica, arte e cultura ad animare la città di Stresa
Tante sono le manifestazioni degne di nota a Stresa. Ecco le principali:
  • Festival internazionale delle Settimane musicali
Tra tutte le manifestazioni che hanno luogo a Stresa una la fa da padrona, si tratte del Festival internazionale delle Settimane musicali, precedentemente conosciuto con il nome di Settimane Musicali di Stresa e del Lago Maggiore. Si tratta di una festa di grande importanza per gli abitanti del posto e si svolge a cavallo tra i mesi di agosto e settembre. Più che un evento è una vera e propria espressione della cultura locale. Si tratta di una festa abbastanza antica, le cui origini risalgono al 1961 quando il nobile veneziano Italo Trentinaglia de Daverio la istituì con lo scopo di creare uno dei festival internazionali di musica classica migliori del mondo. Si tratta di una kermesse musicale che ha ospitato nel corso degli anni grandi artisti e concertisti del calibro di Michele Campanella, Garrick Ohlsson, Christoph Eschenbach, Murray Perrahia, Jeffrey Swann, Andrea Lucchesini, Maurizio Zanini e Nikolaj Znaider, solo per citarne alcuni.

Tante sono le località coinvolte in questo festival, che nel corso degli anni ha allargato le sue dimensioni. Al Palazzo dei Congressi di Stresa, che era la location iniziale, si sono aggiunti il Salone degli Arazzi all'Isola Bella, la Loggia del Cashmere nei giardini dell'Isola Madre, oltre alle località di Eremo di Santa Caterina del Sasso di Leggiuno, in provincia di Varese, Vogona, Angera, Arona, Verbania, Belgirate e Orta. Il festival vanta inoltre di essere parte della Associazione Europea dei Festival.
  • Concorso Nazionale di Canto Corale
Un altro evento che è diventato una costante della città di Stresa è il Concorso Nazionale di Canto Corale e di composizione ed elaborazione corale. Si tratta di una kermesse canora che fino al 2008 si svolgeva all'interno della città di Biella, ma che da quell'anno è appuntamento fisso a Stresa.
  • Premio Stresa di Narrativa
Dopo la musica l'attenzione passa alla letteratura: l'Associazione Turistica Pro Loco organizza ogni anno, a Stresa, il Premio Stresa di Narrativa per omaggiare le migliori opere in lingua italiana pubblicate in Italia e in Svizzera. Il premio ha radici che risalgono al 1976 ed è stato fondato da un gruppo di intellettuali, tra cui Mario Soldani, Piero Chiara e Mario Bonfantini.
  • Il Centro Internazionale di Studi Rosminiani
Iniziative culturali, incontri e manifestazioni si svolgono poi all'interno del Centro Internazionale di Studi Rosminiani, che ha sede nel Palazzo Bolongaro. Controllare il calendario degli eventi promossi dal centro è senza ombra di dubbio una delle prime cose da fare non appena messo piede a Stresa. Potreste trovare piacevoli sorprese.