Stati Uniti, 16 Giorni Aggiungi a favoriti

Route 66, da Chicago a Los Angeles

A modo tuo in auto

Da  €  1.959  €  1.495
Stati Uniti: Route 66, da Chicago a Los Angeles, a modo tuo in auto

Parti per un viaggio sulla più famosa strada degli Stati Uniti e percorri la "Route 66" fino a Los Angeles

Non c'è da stupirsi che la Route 66 sia di per sé un mito, un'icona negli Stati Uniti. Gli americani la chiamano "The Mother Route" (La Strada Madre), perché è una delle strade federali originali e perché attraversa gran parte del paese. Si tratta di un percorso mitico e molto affascinante. Un road trip meraviglioso e magico, che non dimenticherai mai. 3.945 chilometri emozionanti, dove si incontrano luoghi affascinanti, unici e autentici che ti cattureranno e conquisteranno. L'attrattiva di questo viaggio è che puoi anche incontrare persone affascinanti. Quelli che fanno il tuo stesso viaggio e altri che cercano di mantenere lo spirito originale della "Route 66", che sia con la propria attività o con la semplice testimonianza. Non esitare a chiedere loro di raccontare i segreti meglio custoditi di "The Main Street of America", un altro dei suoi nomi. Si tratta di un viaggio che permette un alto grado di libertà, dal momento che puoi fermarti dove desideri, in qualsiasi angolo e in qualsiasi paese che non compare nemmeno sulla mappa. Ma non preoccuparti perché la "Route 66" è molto ben segnalata e viaggia in parallelo ad un'autostrada, che ti permetterà di recuperare tempo se un giorno ti intrattieni troppo a lungo durante una sosta. Hai anche l'opportunità di visitare due grandi città come Chicago e Las Vegas e trascorrere una notte nel Grand Canyon, un'autentica meraviglia della natura. Potrai completare il tutto con un soggiorno indimenticabile a Los Angeles, la capitale più cosmopolita della costa occidentale. Ti va di esplorare tutto questo?

Servizi inclusi nel viaggio

  • Volo Andata e Ritorno.
  • Soggiorno nell'hotel scelto a Chicago.
  • Trattamento scelto a Chicago.
  • Soggiorno nell'hotel scelto a Saint Louis.
  • Trattamento scelto a Saint Louis.
  • Soggiorno nell'hotel scelto a Springfield.
  • Trattamento scelto a Springfield.
  • Soggiorno nell'hotel scelto a Oklahoma City.
  • Trattamento scelto a Oklahoma City.
  • Soggiorno nell'hotel scelto a Amarillo.
  • Trattamento scelto a Amarillo.
  • Soggiorno nell'hotel scelto a Tucumcari.
  • Trattamento scelto a Tucumcari.
  • Soggiorno nell'hotel scelto a Santa Fe.
  • Trattamento scelto a Santa Fe.
  • Soggiorno nell'hotel scelto a Holbrook.
  • Trattamento scelto a Holbrook.
  • Soggiorno nell'hotel scelto a Grand Canyon -Az .
  • Trattamento scelto a Grand Canyon -Az .
  • Soggiorno nell'hotel scelto a Las Vegas.
  • Trattamento scelto a Las Vegas.
  • Soggiorno nell'hotel scelto a Los Angeles.
  • Trattamento scelto a Los Angeles.
  • Auto a noleggio.

Servizi NON inclusi

  • Autorizzazione Elettronica (ESTA/ETA) per entrare in Stati Uniti..
  • Resort fee Las Vegas.
Itinerario Completo

Giorno 1: Italia - Chicago

Partenza del volo dalla città di origine fino a Chicago e ritiro dell'auto a noleggio. Dopo aver svolto le formalità di arrivo e di dogana, ritira la tua auto a noleggio e inizia a godere della tua vacanza. Hai il resto della giornata a disposizione per conoscere una delle città più interessanti degli Stati Uniti E gustare la sua deliziosa gastronomia. Pernottamento a Chicago.

Giorno 2: Chicago

Gli amanti di New York avranno il cuore diviso dopo aver conosciuto Chicago. È anche la città dei grattacieli, ma con una vita e un carattere che per un paio d'ore ti faranno dimenticare della Grande Mela. Il centro della città è il quartiere di The Loop. Qui si trova il Millenium Park, con le sue sculture opulenti e gigantesche. Non dimenticare di fare una foto accanto al Cloud Gate o alla Crown Fountain. E preparati per continuare a scattare foto! Chicago è una di quelle città che ti lasciano a bocca aperta ovunque tu vada. Poche sensazioni possono essere più piacevoli di ascoltare musica all'aperto, sotto la struttura di Jay Pritzker Pavillion. The Loop ospita anche una vasta gamma di eventi culturali e alcuni dei più famosi grattacieli della città. Da qui si accede anche al Navy Pier, un modo meraviglioso di cominciare la giornata. Apre alle 10 del mattino e presenta una delle migliori viste del lago Michigan, oltre ad alcune fra le migliori opzioni in città se si viaggia con bambini. La Noria e il museo dei bambini sono sempre una scommessa sicura. Da qui avrai accesso ad alcune delle barche che offrono un piacevole tour del lago Michigan. (Nota. Escursione non inclusa). Per vedere la città da un altro punto di vista, non c'è niente di meglio che salire in cima, in particolare per salire sulla Willis Tower (precedentemente conosciuta come Sears Tower), alta più di 400 metri. Potrai apprezzare la modernità di una delle città più interessanti degli Stati Uniti. Da qui si vede Michigan Avenue, il ""golden mile"" di Chicago. Scendendo dalla torre puoi andare fino a là. Ti staranno aspettando i negozi più esclusivi, una vasta offerta gastronomica e l'ambiente più selezionato. Questo quartiere è il luogo ideale per ammirare l'architettura della città. Non occorre essere un esperto in materia per apprezzare il percorso sulla South Michigan Avenue o sulla State Street. A sud di The Loop, gli appassionati d'arte hanno un appuntamento con i migliori musei della città. I nostri preferiti sono l'Art Institute di Chicago - dove il tempo sembra essersi fermato tra le sue preziose opere d'arte - e il Museo di Scienze Naturali, dove potrai conoscere Sue. Ricorda di chiedere di lui! (Nota. Per entrare nei musei e risparmiarti le file presso le principali attrazioni della città, molti viaggiatori scelgono di acquistare la CityPass. È consigliabile fare i conti, per vedere se ti conviene - ma ti farà guadagnare molto tempo risparmiando ore d'attesa che potrai usare per visitare più luoghi della città. Per finire la giornata, niente di meglio che un giro per Lincoln Park, a nord della città. Le sue principali attrazioni sono lo zoo e il laghetto Caldwell Lily Pool. Di notte, goditi l'atmosfera al famoso jazz club della città. Pernottamento a Chicago.

Giorno 3: Chicago - St. Loius

Prima di partire verso Saint Louis puoi cogliere l'occasione per vedere qualcosa che non hai potuto visitare ieri, o per vedere l'Università di Chicago e Hyde Park. Calcola che quasi 500 chilometri ti separano da Saint Louis. Sono quasi 5 ore sulla Highway 55, quindi ricarica il tuo telefono o iPod di canzoni di Robert Johnson, Muddy Waters e BB King... e si parte! Questa tappa è famosa perché fa parte di diverse strade, la 66 e la 61, tra le altre. Per questo, ti troverai lungo la strada insieme a decine di auto che stanno facendo il tuo stesso percorso. Probabilmente incontrerai viaggiatori di nazionalità miste, dunque sarà un buon esercizio multiculturale integrarsi alla folla e condividere alcune fra le visite più tipiche della giornata. Un buon modo per rendere più piacevole la giornata sulla strada e, chissà, magari ti rimarrà un amico che vive dall'altra parte del mondo. La prima tappa potrebbe essere Joliet. Sarai partito da Chicago da meno di un'ora, ma il teatro Rialto vale bene una sosta. Se pensi che sia troppo presto per fermarsi, segui l'itinerario fino a Wilmington, dove potrai scattare una foto sotto il "Gemini Giant", poi ripartire verso Braidwood. Ti aspettano diversi sosia di Elvis, Betty Boop o dei Blues Brothers, così come vari bar ti trasporteranno negli anni '60. Come avrai visto, qui la questione della benzina non è un problema. Meglio fare attenzione e non svuotare il serbatoio, ma è molto comune trovare stazioni di servizio anche nelle città più piccole. Un buon esempio è quella che troverai a Odell. Vorrai fermarti a fare rifornimento! Un altro consiglio è quello di utilizzare un buon GPS. La "Route 61" è ben segnalata, ma questo sarà molto utile se si lascia la strada per fare una visita. Gli incroci stradali sono così frequenti che in qualche momento apprezzerai un aiuto. Le fermate nelle località di Pontiac e Towanda sono opzionali, ma non per questo poco affascinanti. Se ti fermi a Pontiac non dimenticare di visitare il museo e goderti i murales che decorano alcune facciate. In Towanda si può camminare lungo la strada da cui originariamente passava la "Route 66". È un misto di nostalgia e magia che ti catturerà di sicuro. La strada è molto confortevole in questo tratto e invita ad ammirare il paesaggio. Distese quasi infinite di mais, o giganti che una volta erano la gloria dei meccanici del posto. Dipendentemente dall'orario di arrivo, Springfield può essere un buon posto per mangiare. Non sorprenderti per l'infinità di fast-food che incontrerai: puoi decidere di ripiegare in uno di essi, oppure cercare un ristorante locale dove provare una tipica insalata americana o i classici hot dog. In quanto ad attrazioni, la città è conosciuta per ospitare la casa di Abramo Lincoln, il Campidoglio e per la bellezza del lago Spriengfield. Da qui a Saint Louis c'è un'ora e mezza di viaggio, quindi ti consigliamo di proseguire senza soste, per avere tempo di visitare la città. Oltre al baseball e al blues, i due totem di Saint Louis, il terzo emblema della città è il Gateway Arch. Si trova molto vicino all'Eads Bridge, così sarà possibile visitare entrambi. Il ponte è famoso per essere stato il primo a unire le due sponde del fiume Mississippi, il che non è cosa da poco, poiché una appartiene allo Stato del Missouri e l'altra all'Illinois. Per concludere la giornata, niente di meglio che perdersi in qualche bar che produce birra artigianale. Abbondano, quindi non ti sarà difficile trovarne uno. Per la cena, una buona opzione potrebbe essere quella di esplorare The Hill, un nido di ristoranti italiani. E non si parla di ristoranti italiani qualsiasi, perché parliamo di una zona dove si concentrano gli chef più importanti del mondo. Non si può venire a Saint Louis e non ascoltare musica blues dal vivo in qualche locale. Se chiedi dov'è il locale di moda probabilmente ti risponderanno nel quartiere di Soulard, dove potrai deliziarti con gli accordi dei più grandi della musica. Pernottamento a Saint Louis.

Giorno 4: St. Louis - Springfield

Ti torvi sulla "route 66" e devi assaporarla in pieno. Per questo, visto che la giornata di oggi è forse la meno intensa, aggiungeremo le tappe giuste per renderla perfetta. Per cominciare bene, non c'è niente di meglio che tornare indietro per pochi chilometri e cedere al richiamo della nostalgia, visitando l'Old Chain of Rocks Bridge. Si tratta di un ponte storico, che collega le due sponde del fiume Mississippi e che, anche se una volta era permesso che vi circolassero veicoli, oggi è il passaggio pedonale più lungo del mondo. Percorrerlo trasmette un alone di mistero che ti porterà virtualmente allo spirito originario della "Route 66". Sono quasi due chilometri tra gli stati di Illinois e Missouri, dove potrai assaporare un momento magico. Siediti sulle panchine e sogna sulle note di blues e jazz. Al termine torna in macchina, metti della buona musica e dirigiti verso Eureka. A pochi chilometri dall'arrivo si trova il Route 66 State Park, dove ti consigliamo di cercare e visitare un piccolo museo. Al suo interno sono conservati articoli originali della "Mother Route", un altro nome della "Route 66" negli Stati Uniti. Ricorda che per tutta la giornata guiderai parallelamente all'autostrada, a volte a sinistra e altre, attraversando ponti, a destra. Per questo motivo non fidarti del tempo preventivato dai navigatori, perché spesso lo calcolano sulla base dell'autostrada. Ma stai tranquillo perché oggi ti aspetta una giornata facile e comoda. Puoi fermarti dove vuoi, del resto è il lato positivo della modalità che hai scelto per le tue vacanze. Godi della tua totale libertà e lanciati ad improvvisare! Tira giù i finestrini e respira profondamente. Passerai per Villa Ridge e arriverai a Meramec Caverns, un luogo molto speciale che è aperto al pubblico dal 1933. Fu il rifugio del famoso bandito Jesse James e della sua banda; oggi è uno spettacolo di stalattiti e stalagmiti. Seguendo l'itinerario, la prossima fermata è Cuba. Ebbene sì, c'è una Cuba nel Missouri! È conosciuta come la "città dei murales" e presto capirai il motivo di questo nome. Fermati uno dei caffè per uno spuntino e per goderti da lì i murales, molti dei quali originali, che hanno un tema unico: la "Route 66". Qui si respira e si ama questa strada. Se ami le particolarità, fai una sosta a Fanning per vedere la seconda sedia più grande del mondo: è spettacolare! Ricorda di farci una foto accanto, da mostrare al ritorno a casa, altrimenti non ti crederanno. A Lebanon puoi fermarti a mangiare e visitare il Route 66 Museum. Lo amerai, così come amerai fare benzina in una qualsiasi delle stazioni di servizio che troverai lungo la strada. Sono fantastiche, piene di storie ed è probabile che il personale sia disposto a raccontartene, se è amichevole. Da Lebanon ti restano quasi 90 chilometri per Springfield, così che ora sei vicino alla conclusione della tappa. Una volta raggiunta la meta, goditi il tempo libero per esplorare la città a tuo piacimento. Un consiglio? Puoi visitare il Castello Pizia di notte, per verificare di persona se è vera la leggenda sui suoi fantasmi. Pernottamento a Springfield.

Giorno 5: Springfield - Catoosa - Tulsa - Oklahoma City

Il modo migliore per iniziare la giornata è con una buona colazione americana e facendo benzina, per lasciare Springfield a stomaco e serbatoio pieno. Ti attende una giornata appassionante, 100% "Route 66". Percorrerai 500 chilometri affascinanti lungo l'autostrada, il cui primo punto di interesse è Gay Parita. È una stazione di servizio mitica, che è passata per diverse mani dal 1930. Il più famoso proprietario fu Gary Turner, che morì nel 2015. Oggi la figlia di Gary e suo marito hanno preso in mano le redini del business, per seguire le orme del padre. Se ti fermi qui, investi un po' di tempo a chiacchierare con loro, per conoscere la figura di Mr. Turner e quale fu il suo contributo storico nel contesto della "Mother Route". La prossima proposta è anche una stazione di benzina. Dovrai fare una deviazione dal tuo cammino di pochi minuti. Si tratta di una stazione di servizio che riconoscerai subito, perché i furgoni che si trovano all'ingresso sono fratelli gemelli dei protagonisti del cartone animato "Cars", firmato Pixar. Da qui il suo nome, Cars on the Route. Ha un piccolo e delizioso ristorante dove potrai prendere un caffè, prima di continuare il viaggio verso il Kansas. In breve tempo raggiungerai il Brush Creek Bridge, un ponte bianco e immacolato dove non puoi fare a meno di scattare una foto con il logo della "Route 66" dipinto sulla strada. Ognuno di questi luoghi è magico e racchiude migliaia di storie, quindi non esitare a chiedere se nei paraggi incontri qualcuno del posto. Lascerai il Kansas con nostalgia ed entrerai in Oklahoma, dove ti aspettano prati infiniti; gran parte del percorso originale è stato ri-pavimentato e ora si circola sull'autostrada. Forse un peccato per i più romantici, ma consente di recuperare un po' del tempo investito in tutte le fermate. La prima sosta in Oklahoma potrebbe essere il Vintage Iron Motorcycle Museum a Miami - la Miami in Oklahoma, non in Florida - che presenta autentiche opere d'arte dal mondo delle due ruote restaurate. Puoi anche visitare il Coleman Theatre e mangiare uno dei migliori hamburger di tutta la Route 66 - che non è cosa da poco! In seguito puoi tornare sulla strada fino a raggiungere il Totem Pole Park, dove si trova un totem di 30 metri di altezza, molto curioso e pieno di dettagli. Sulla strada per l'Oklahoma passerai per Catoosa e per Tulsa, la capitale del petrolio. Per questo ti consigliamo di fare qui il pieno del serbatoio, perché difficilmente troverai benzina conveniente come in questa città. Se sei a corto di tempo, puoi scegliere di terminare questo ultimo tratto della giornata per l'autostrada. E per concludere la giornata, se ami le automobili puoi visitare la casa-museo di John Hargrove ad Arcadia: sia la sua collezione che la sua gentilezza sono davvero indescrivibili. Dopo alcuni chilometri arriverai a Oklahoma City. Qui attende la città dei cowboy, un vero spettacolo di notte quando è illuminata. I quartieri più centrali sono il Midtown e Metropark. Pernottamento a Oklahoma City.

Giorno 6: Oklahoma City - El Reno - Weatherford - Clinton - Elk City - Amarillo

Stai attraversando la pianura degli Stati Uniti, percorrendo la strada più autentica di tutte quelle che percorrono il paese e non è difficile immaginare che questo viaggio ti stia piacendo moltissimo. Oggi attraverserai Oklahoma e Texas e sarà probabilmente uno dei tuoi giorni preferiti sulla Route 66. Prima di lasciare la città è ora di fare colazione. E cosa c'è di meglio che provare i loro deliziosi dolci fritti, molto tipici di qui! Puoi ordinarli "take away" per mangiarli durante la prima fermata del giorno, sul Lake Overholser Bridge, un posto meraviglioso in cui verrebbe voglia di fare un picnic ogni fine settimana. Prati, un lago e un ponte sullo sfondo. Cos'altro si può desiderare? Quando lo desideri rimettiti sulla strada per attraversare El Reno, Weatherford e Clinton. Noterai che il paesaggio varia profondamente da stato a stato e, a questo punto del viaggio, avrai preso familiarità con i mulini eolici che caratterizzano questa zona. A pochi minuti da Clinton puoi visitare l'Oklahoma Route 66 Museum. È come un piccolo villaggio di cui viene ricreato assolutamente tutto: dalla stazione ferroviaria, all'opera, alla taverna e anche una donna dell'epoca, con i bigodini in testa. La Route 66 è piena di posti meravigliosi, ma anche di persone interessanti che fanno questo tour un'esperienza unica. A proposito: se avrai fortuna, Erick ti aspetta all'uscita 11, passata Elk City. Erick è il villaggio in cui vive Harley, il proprietario del City Meat Market. Non è sempre aperto, ma vive molto vicino e di solito si avvicina quando vede movimento. Se non compare - ha una lunga barba bianca e i capelli bianchi - chiedi di lui in giro, perché avere l'occasione di conoscerlo migliorerà - ancora di più - la giornata. Quando Harley lo decida potrai continuare il tuo itinerario, addentrandoti nel Texas e passerai per Shamrock, dove puoi visitare le due stazioni di rifornimento più singolari della giornata. In seguito attraverserai McLean e Groom, prima di arrivare ad Amarillo. Quest'ultimo tratto della tappa è incantevole, con lo sfondo del sole verso ovest che mette in evidenza ancora di più gli enormi mulini a vento su entrambi i lati della strada. A fine giornata arriverai ad Amarillo, dove potrai cenare e rilassarti. Da non perdere una cena a base di carne alla griglia in uno degli stabilimenti più tipici della città. Pernottamento ad Amarillo.

Giorno 7: Amarillo - Tucumcari

Durante la tappa di oggi raggiungerai la metà del tuo viaggio, quindi rimettiti in strada di buona lena, perché oggi alcuni luoghi molto interessanti, ma soprattutto molto diversi attendono la tua visita. Il primo è Cadillac Ranch, dove potrai dipingere una delle 12 Cadillac che vi sono sepolte. Puoi acquistare le bombolette spray in uno dei negozi di Amarillo oppure comprarle proprio qui, a te la scelta. È senza dubbio un'opera effimera, perché centinaia di persone al giorno passano di qui e probabilmente dipingeranno anche sopra la tua creazione, ma non fa nulla. Vivrai un momento divertente, puoi fare quello che vuoi e dedicare foto originali alle persone a te care. Dopo aver dato sfogo all'ispirazione, dirigiti ad Adrian. Non ha alcun fascino di per sé, se non per il Midpoint, il punto a metà della ""Route 66"". Ti trovi esattamente agli stessi chilometri di distanza da Chicago e da Los Angeles. Festeggia nella caffetteria più tipica del paese e regalati un souvenir come ricordo. Al ritorno sulla strada, vedrai che ci sono tratti asfaltati e altri che sono direttamente chiusi. Non preoccuparti, perché vicino ci sono sempre deviazioni per entrare in autostrada e poter tornare sulla Route all'uscita successiva. A soli 40 chilometri da Adrian lascerai il Texas e arriverai fino al New Mexico, il sesto stato da quando hai iniziato il viaggio a Chicago. Davvero niente male. Dopo il confine troverai Tucumcari, uno dei siti meglio conservati della ""Route 66"", popolato di fattorie e aziende agricole con molta storia alle spalle. Inoltre questo luogo è famoso per i murales, che sono molto originali. Ce ne sono 31, così che potrai sbizzarrirti scattando fotografie. Il più spettacolare è quello che misura 40 metri di lunghezza per 7 di altezza. Scoprirai che Tucumcari è un luogo molto originale. L'atmosfera inconfondibile e pittoresca che circonda alcuni dei suoi motel e caffè ti conquisterà. Pernottamento a Tucumcari.

Giorno 8: Tucumcari - Santa Fe

Da Tucumcari, puoi guidare fino a Santa Rosa. A seconda del periodo dell'anno in cui stai viaggiando, ricorda di portare con te il costume da bagno, per fare un tuffo in uno dei suoi laghi. Da qui ti consigliamo di lasciare temporaneamente la Route 66, prendere l'autostrada e arrivare a Santa Fe, per guadagnare un po' di tempo e visitare il centro storico: ne vale davvero la pena. È la più antica capitale degli Stati Uniti, nonché una delle città più pittoresche nello stato del New Mexico. Passeggiare per i dintorni della Cattedrale di San Francisco è un'esperienza indimenticabile. L'architettura è molto particolare e, nonostante ci sia un'alta percentuale di turisti, ancora si mantiene lo spirito originale della "Route 66". Pernottamento a Santa Fe.

Giorno 9: Santa Fe

Oggi continuerai a scoprire il fascino di Santa Fe. Ti consigliamo di fare un giro per alcuni dei suoi quartieri storici, che è anche un piccolo viaggio indietro nel tempo, grazie agli originali edifici decorativi che si incontrano lungo il cammino. Scopri le sue gallerie d'arte, visitando i famosi musei di arte tradizionale o contemporanea, e approfitta della giornata per fare shopping nel suo attraente centro commerciale. Un'altra raccomandazione? Prova la gastronomia locale in qualche ristorante gourmet. Pernottamento a Santa Fe.

Giorno 10: Santa Fe - Albuquerque - Holbrook (Visita facoltativa al Petrified Forest National Park)

Svegliarsi a Santa Fe è un ottimo modo per iniziare la giornata e puoi svegliarti con calma, a meno che il tuo viaggio coincida con il mese di ottobre. In questo mese, per 3 fine settimana si festeggia il il ""Albuquerque Balloon Festival"", il più grande festival di palloncini al mondo. Inizia alle 4 del mattino con l'inizio dei preparativi e termina a tarda notte, con palloni aerostatici illuminati che solcano i cieli del New Mexico. Si tratta di uno spettacolo unico e assolutamente da non perdere, anche se solo per poche ore. Non te ne pentirai! Se viaggi in un altro periodo dell'anno non preoccuparti; piuttosto, fai colazione con calma e preparati a continuare a godere della ""Route 66"", stavolta prendendola da ovest. La nostra prima fermata sarà Albuquerque. Ti restano circa 100 chilometri da percorrere e ti consigliamo di evitare le soste, per raggiungere il centro storico di Albuquerque e poter passeggiare un po'. Ti ricorderà Santa Fe, per il tipo di edifici e per l'aria di tranquillità che si respira qui. Una pace è stata turbata per il periodo in cui vi sono state girate le 5 stagioni della serie ""Breaking Bad"". Quindi, se sei un fan della serie, puoi cominciare visitando i suoi luoghi più famosi. Iniziare dalla casa di Walt, il protagonista, è una buona scelta; da lì basterà seguire il flusso di persone, perché da un po' di tempo Albuquerque si è convertita in un santuario per gli appassionati del professore di chimica più famoso del mondo. Un'opzione per i più fanatici è quella di fare un giro dentro la carovana di Walter, nei luoghi più emblematici. Al termine, torna sulla strada e mettiti in marcia per Gallup. Passerai da Mesita e da Grants, ma da quelle parti non c'è molto da fare. A Gallup, invece, coloro che amano i costumi e i souvenir troveranno una lista di negozi che saranno la loro rovina. Qui potrai comprarti abiti da cowboy, oppure da indiani. Puoi anche trovarvi un arco e delle frecce, se ti va di rivivere gli anni di quei momenti in cui hai giocato a indiani e cowboy. Lasciandoti Gallup alle spalle, quando la sua vista scompare dallo specchietto retrovisore, noterai che il paesaggio va cambiando. Questo significa che sei già entrato in Arizona! Quindi puoi dire addio alle pianure infinite e quando trovi le Montagne Rocciose davanti a te... Hai appena guadagnato un'ora, solo entrando nel settimo stato di questo itinerario. Ricorda che l'Arizona è un'ora indietro rispetto al New Mexico, quindi hai l'occasione di rivivere l'ora appena passata su questa magica ""Route 66"". Il nostro suggerimento è di passarla nel Petrified Forest National Park. Qui si trova una delle maggiori concentrazioni al mondo di legno pietrificato e scavi archeologici, che risalgono a 1.300 anni fa. Un luogo interessante da confrontare e misurare più tardi con l'immensità del Grand Canyon. Se qui ti senti insignificante, immaginati là! La strada che attraversa il Parco Nazionale porta a Holbrook, dove oggi passeremo la notte. Pernottamento a Holbrook.

Giorno 11: Holbrook - Grand Canyon

Oggi sarà interessante alzarsi presto e intrattenersi un po' lungo la strada perché , ti aspetta il Grand Canyon, una delle principali meraviglie naturali del mondo. A 20 chilometri da Holbrook potrai fermarti a Jackrabbit Trading Post e scoprire il coniglio più famoso di tutto il percorso. È enorme e se vuoi potrai fare una foto salendoci sopra. Dopo 20 chilometri si raggiunge la città di Winslow, famosa per l'enorme cartello di ""Route 66"", dipinto sulla sua strada principale. E per arricchire la collezione di foto di oggi, già vastissima, puoi dedicare qualche minuto a imprimere questo ricordo. Da questo punto, ti consigliamo di prendere l'autostrada 40 per coprire il tratto fino al Grand Canyon con agilità, passando per 89° e 64°. Sono 200 chilometri oppure, il che è lo stesso, 2 ore per raggiungere uno dei posti più belli di tutto il mondo. Dopo aver attraversato l'ingresso in auto ti sentirai in comunione con la natura. È tutto così imponente che a momenti addirittura opprime. Un ""canyon"" viene dall'erosione fluviale su un terreno nel corso dei millenni. Qui questa definizione non basta. Il fiume Colorado ha svolto un impressionante lavoro di modellazione del terreno, come un vasaio che crea la sua scultura per il piacere del pubblico. Arrivo al Grand Canyon Village (Nota. Ingresso non incluso. Ti consigliamo di calcolare se ti conviene acquistare il pass annuale per tutti i parchi nazionali (perché probabilmente se lo visiti per 3 volte è già conveniente). A partire da qui, devi solo lasciarti incantare dai vari punti panoramici. Puoi lasciare l'auto parcheggiata presso il Centro Visitatori e spostarti con uno degli autobus gratuiti che percorrono i luoghi più interessanti della zona. A te la scelta. Non avrai la stessa libertà di movimento che si ha viaggiando con la propria auto, ma potrai riposarti e assicurarti di vedere ogni posto speciale, poiché ci sono spazi che sono aperti soltanto a questi bus. Ci sono percorsi diversi, così potrai scegliere quello che più ti attira. Tuttavia, questo non è l'unico modo per visitare il Grand Canyon. Sempre più persone scelgono di fare un giro in elicottero, per vedere dall'alto questo miracolo della natura in tutto il suo splendore. Ovviamente, il consiglio è approfittare di ogni occasione che ti si presenti, per collezionare un ricordo indimenticabile. Un'altra opzione è quella di fare trekking attraverso alcuni dei sentieri appositamente segnalati. Informati adeguatamente prima di partire, perché spesso sono percorsi che si completano in più di 1 giorno. Per concludere la giornata, niente di meglio che guardare il tramonto guardando ad ovest e godendo di una vera e propria festa per gli occhi. Pensa che stai vivendo momenti unici e che, se le nuvole lo consentono, potrai contemplare uno dei migliori tramonti al mondo. Ma non pensare che il giorno finisca qui. Visto che dormirai nel Grand Canyon questa notte, avrai il privilegio - condizioni meteo permettendo - di vedere il cielo notturno come mai visto prima. L'inquinamento luminoso è pari a zero e si possono guardare le stelle, le costellazioni e tutto ciò che si possa vedere in cielo. Pernottamento nel Grand Canyon.

Giorno 12: Grand Canyon - Hoover - Las Vegas

Per tutti coloro a cui piace collezionare albe: sarà meglio che vi alziate presto questa mattina, per aggiungere alla vostra collezione quella che è considerata la migliore del pianeta. Vedere il sole nel Grand Canyon sarà un'esperienza che non dimenticherai mai. Dopo aver raccolto questa esperienza unica nel tuo bagaglio di esperienze, puoi rimetterti in viaggio. Se hai deciso di passare una notte in più in questo luogo unico, ora è possibile esplorare alcuni dei sentieri di cui ti abbiamo parlato ieri, oppure puoi intrattenerti con gli sport d'avventura. Il più spettacolare è senza dubbio il rafting. Scendere giù per le rapide in gommone è adrenalina pura: e solo una delle tante opzioni per conoscere i segreti del Grand Canyon. L'ultima opzione che ti proponiamo è spingerti fino a North Rim, la parte nord del Grand Canyon. Si tratta della più ripida che, nei mesi invernali, di solito viene chiusa per neve, quindi è un piano saggio solo se si viaggia in un altro periodo dell'anno. Se non hai esteso il tuo soggiorno ti rimetterai sulla strada verso Las Vegas, nello Stato del Nevada. La strada ti condurrà per una delle aree meglio conservate della ""Route 66"", quindi goditi la strada. Imprescindibile è una sosta alla Diga di Hoover, così chiamata in onore di Herbert Hoover, che giocò un ruolo fondamentale nella sua costruzione, prima come Segretario per il Commercio e dopo come Presidente degli Stati Uniti. Benvenuto nella città della fantasia e del gioco d'azzardo 24 ore su 24, con sorprendenti spettacoli a livello internazionale. È normale che, per cominciare, tu voglia ispezionare il tuo hotel fino agli angoli. E ne vale sicuramente la pena! Quando vuoi puoi cominciare camminando per la strada principale, la Strip. Ti imbatterai in centinaia di feste di addio al celibato che cercano di emulare i protagonisti di ""Una notte da leoni"" e decine di promoter che distribuiscono volantini. Prendila con calma, perché qui le distanze sono molto lunghe e ci vuole un po' di tempo per percorrere il cammino segnato sulla mappa. Una mappa che contiene il mondo intero, perché passeggiare lungo questa strada ti porterà alla Torre Eiffel, alla Statua della Libertà, sui canali di Venezia e alle piramidi egiziane. Prima di rientrare in albergo, è anche possibile guardare lo spettacolo sull'acqua del casinò Bellagio. Litri e litri d'acqua ballano al suono della musica, con un gioco di luci e colori che sicuramente ti sorprenderà. Non è sempre lo stesso, dunque potrai assistere a più di uno show. E quello del Bellagio non è l'unico spettacolo gratuito. Anche alcuni degli alberghi più grandi ne offrono. Di ritorno in hotel, puoi tentare la fortuna al casinò o alle slot-machine. Pernottamento a Las Vegas.

Giorno 13: Las Vegas - Mojave - Los Angeles

Saluta Las Vegas, perché Los Angeles ti aspetta. Oggi ti aspetta una giornata con molta strada da percorrere, circa 500 chilometri, ma molto tranquilla. Infatti la prima tappa che ti proponiamo sono i Fashion Outlets di Las Vegas, appena prima di attraversare il confine con lo Stato della California. Sono giganti - come tutto qui negli Stati Uniti - quindi ti consigliamo di mettere un limite al tempo che desideri trascorrervi, perché è facile venire rapiti dalla quantità di offerte e finire per trascorrere la giornata a rovistare fra le occasioni. Continuando l'itinerario entrerai in California, percorrendo 170 chilometri e lasciando a sinistra la Riserva Nazionale del Mojave, che ti accompagnerà al di là di Baker, attraversando Midway e Harvard prima di arrivare a Calico. Si tratta di una cittadina fantasma davvero affascinante. Anche se rischia di diventare un'attrazione turistica, la sua natura non cessa di essere quella di una vecchia miniera abbandonata che, pagando un biglietto, si può ancora visitare. Pochi minuti dopo arriverai a Barstow, un altro paradiso dello shopping. Ci sono una serie di outlet molto interessanti, dove troverai molte occasioni e potrai riempire la valigia di vestiti a buon prezzo. Da Barstow a Pasadena ti restano due ore e mezza di viaggio. Puoi continuare senza pause e attraversare - sulla 15 - l'Angeles National Forest, fino ad arrivare a Pasadena. Lasciare la Route 66 ti farà guadagnare tempo e ti farà apprezzare i contrasti: il cambio dal guidare senza traffico al farlo nelle larghissime autostrade losangeline è davvero sorprendente. Se sei un fan di "Big Bang Theory", a Pasadena puoi visitare la Cheesecake Factory, dove Penny lavorava all'inizio della serie. Anche se l'appartamento di Sheldon e Leonard non esiste in quanto tale, mangiare un hamburger e un pezzo di torta qui può essere un'esperienza quantomeno curiosa. Da questo punto di Los Angeles ci sono poco più di mezz'ora, anche se il traffico può incidere molto su questo tempo. Probabilmente arriverai in serata, quindi potrai concederti una pausa e poi uscire a passeggiare nei dintorni dell'hotel. Pernottamento a Los Angeles.

Giorno 14: Los Angeles (visita facoltativa ad Hollywood, Beverly Hills e Santa Monica)

Visitare in poco tempo una città così grande e con tante cose da vedere come Los Angeles è impossibile, per questo ne abbiamo selezionato i migliori punti di interesse. Lo scopo è organizzarsi in maniera efficiente, sfruttando l'auto per risparmiare tempo sui tratti più lunghi. Puoi cominciare la giornata andando verso il centro, il Downtown. Qui tutto avrà un aspetto familiare e comincerai a realizzare di essere in una città che conosci dai film. Il palazzo del municipio, ad esempio, è uno dei luoghi più famosi di Los Angeles per aver ospitato tra gli altri la sede del "Daily Planet" - il quotidiano dove lavorava Superman. Molto vicino si trovano la cattedrale e la Walt Disney Concert Hall, un edificio spettacolare. A soli 5 minuti da qui cominciano due dei quartieri fra i più caratteristici di tutta Los Angeles: Chinatown e Little Tokyo, che ti faranno viaggiare dagli Stati Uniti alla Cina o al Giappone, in un batter d'occhio. In 15 minuti di auto sulla 101 si arriva a Hollywood. Nella Mecca del cinema potrai goderti visite guidate delle sue strutture: se gli orari coincidono può essere molto interessante approfittarne, per conoscere i segreti del colosso della celluloide. Puoi percorrere a piedi la Walk of fame e cercare la stella in onore della tua attrice o attore preferito, tenendo gli occhi ben aperti, perché potresti incontrarlo in carne ed ossa nel corso della giornata. Da qui puoi spostarti verso Beverly Hills, prima di arrivare a Santa Monica percorrendo la 2 e la 10. Beverly Hills è il massimo del lusso. Prima di raggiungere il quartiere più lussuoso della città puoi fermarti a fare shopping sul Sunset Strip, che si trova lungo il percorso. Abbiamo riscoperto Beverly Hills con la serie "Beverly Hils 90210", ma in realtà è pieno di palazzi di celebrità. Se sei fan di "Pretty Woman" ti interesserà sapere che qui vicino - al 9500 di Wilshire Blvd - si trova l'hotel in cui Julia Roberts e Richard Gere hanno condiviso una camera. In seguito puoi proseguire verso Santa Monica, per goderti una bella passeggiata sulla spiaggia. In estate puoi fare il bagno in mare, ma anche se la visiti in un altro periodo non preoccuparti: tutto il tragitto fino a Venice Beach ha abbastanza attrazioni per intrattenere i suoi visitatori. A conclusione di questa intensa giornata puoi tornare in hotel a godere di un po' di meritato relax. Se hai ancora energia puoi uscire a cena o per un drink, nei locali di tendenza della città. Pernottamento a Los Angeles.

Giorno 15: Los Angeles - Italia

Arrivo in aeroporto con sufficiente anticipo, per restituire l'auto a noleggio e prendere il volo di ritorno. Rientro nella città di partenza. Notte a bordo.

Giorno 16: Italia

Arrivo. Fine del viaggio e dei nostri servizi.

Note Importanti

  • - Le mance in Stati Uniti sono una pratica abituale
  • - Consultare le informazioni relative alla documentazione necessaria per entrare nel paese.
  • - Le escursioni e le visite consigliate per ciascun giorno sono indicative: il viaggiatore può progettare il viaggio secondo le proprie esigenze, in base ai suoi gusti e alle sue necessità.
  • - La carta di credito è considerata una garanzia, pertanto a volte il suo utilizzo è imprescindibile per poter alloggiare in un hotel.
  • - Normalmente gli hotel dispongono di culla per i bambini. In caso contrario, i bambini dovranno condividere il letto con un adulto.

Chicago

La città di Chicago, conosciuta anche come la città del vento, è una delle più importanti del paese e possiede oltre mille grattacieli. Questa città multiculturale fu la casa di Al Capone ed oggigiorno accoglie migliaia di turisti che ogni anno accorrono per godersi la cultura, la musica dal vivo, l'emblematico skyline, approfittando dell'ampia offerta turistica della città, che vanta opzioni per tutti i gusti.

Vedi la guida completa

Saint Louis

Ubicata sulla confluenza dei fiumi Mississippi e Missouri, Saint Louis ha rappresentato sempre un centro per il trasporto fluviale, sia durante l'epoca nella quale era popolata dagli indiani americani, sia quando venne occupata dai francesi, così come nell'epoca odierna.

Springfield

Catoosa

Tulsa

Oklahoma City

Oklahoma City è una città estesa ed un centro commerciale dello stato di Oklahoma. Si tratta di una delle città più grandi delle Grandi Pianure degli Stati Uniti ed una delle più popolose dei cinque "stati pianeggianti"(Oklahoma, Kansas, Nebraska, Dakota del Nord e Dakota del Sud), così come di quattro dei sei stati che confinano con l'Oklahoma (Kansas, Missouri, Arkansas, Nuovo Messico).

El Reno

Weatherford

Clinton

Elk City

Shamrock

Amarillo

Amarillo è il luogo perfetto per godersi l'essenza del Texas, anche se disponi di poco tempo. Da cannoni, a vecchie cadillac, a filetti giganti e paesaggi magnifici.

Tucumcari

Tucumcari è una città ubicata nella contea di Quay, nello stato statunitense del Nuovo Messico.

Santa Fe

Santa Fe, nelle cui terre dove vissero gli indiani americani durante oltre 1.000 anni, si convertì in una capitale territoriale spagnola agli inizi del secolo XVII. Oggi è un centro conosciuto in tutto il mondo nel campo dell'arte, della gastronomia e dello shopping, ma ha altresì saputo conservare il proprio patrimonio unico e gli elementi più svariati che lo compongono.

Holbrook

Hollbrook è una città ubicata nella contea di Navajo, nello stato statunitense dell'Arizoaa.

Grand Canyon -Az

Il Grand Canyon è forse l'attrazione naturale più famosa dell'Ovest degli Stati Uniti: si tratta di una gola profonda oltre 1600 metri, lunga quasi 500 chilometri e larga dai 500 metri ai 27 chilometri che il fiume Colorado ha creato nel cuore dell'Arizona settentrionale. Oggi questo grande e meraviglioso canyon è considerato un parco nazionale, uno dei primi degli Stati Uniti e attira moltissimi turisti ogni anno. Le rocce color rossastro e le viste panoramiche mozzafiato sul vuoto lasciano i viaggiatori di ogni parte del globo letteralmente senza parole.

Las Vegas

Se sei alla ricerca del divertimento, Las Vegas è la destinazione che fa per te, la "città del peccato", nella quale troverai un'infinità di casino e spettacoli incredibili. In questa capitale potrai vedere imitatori delle migliori stelle della musica e del cinema, come Madonna o Elvis Presley, così come spettacoli di artisti ambulanti lungo le sue vie, a qualsiasi ora del giorno e della notte; eh sì.... las Vengas non dorme mai.

Vedi la guida completa

Mojave

Los Angeles

 Los Angeles appartiene allo stato americano della California ed è uno dei centri di intrattenimento più importanti del mondo. Offre diverse attività culturali legate alla musica, al teatro e al cinema, anche se uno dei principali richiami turistici resta sempre Hollywood, grazie all'interesse ed alla curiosità che suscitano i grandi attori del piccolo e grande schermo. Los Angeles è una città emozionante, ricca di opportunità da non perdere.

Vedi la guida completa