Logitravel

Voli Low Cost per Catania

Catania
Offerte voli economici per Catania

Completa la tua prenotazione in soli 3 passaggi

Voli diretti per Catania

Cerchi un volo diretto per Catania? Queste compagnie aeree offrono voli diretti per Catania

  • Compagnia
    • Lun
    • Mar
    • Mer
    • Gio
    • Ven
    • Sab
    • Dom
  • Citizenplane
  • RYANAIR
  • NEOSAIR
  • Easyjet
  • Wizzair Malta
  • Aeroitalia
  • Flexiflight
  • ITA

Guida di Catania

La cucina di mare della città etnea

Mangiare bene a Catania non sarà per nulla complicato: qui si trovano alcuni dei più buoni piatti di tutta la Sicilia. Tra le ricette più conosciute domina l'insalata di mare con polpi, gamberi e occhi di bue bolliti, i masculini marinati (ovvero le alici marinate in olio e limone), le acciughe salate, gli occhi di bue arrostiti sul carbone e la pepata di cozze. Una cucina a base di mare dunque.

Ecco che il pesce si presenta negli antipasti, nei primi (come nella pasta con il muccu, ovvero con i pesciolini neonati, giusto per fare un esempio) e nei secondi piatti. Diffusissima è la frittura di pesce, il pesce alla carbonella (soprattutto per le specie come orate, saraghi e dentici).

Ma non dovete pensare che la cucina sicula si fermi qui: nei tanti ristoranti di Catania sarà possibile gustare alcuni piatti famosissimi in tutto il mondo, come la pasta alla Norma preparata con pomodoro, melanzane fritte e ricotta salata grattugiata. E ancora la pasta 'ncaciata, fatta con cavolfiori, acciughe e olive, la parmigiana, la caponata con melanzane e pomodori, l'insalata di arance e i piatti misti di verdura cotta.

E come dimenticare i famosi arancini (ovvero le palle di riso ripiene nei modi più variegati), le crespelle salate, la siciliana (una pasta fritta con tuma e acciughe) e la schiacciata, con acciughe o con le verdure.

Non va dimenticata poi la pasticceria siciliana, una delle più rinomate in tutta Italia: chi ama il dolce non saprà resistere ai prelibati cannoli di ricotta con cioccolato fondente o frutta candita, la frutta martonara (una pasta di mandorle con frutta colorata), i biscotti della monaca con strutto, latte e aromi e i tanti torroni e torroncini che vengono prodotti in questa zona. Gelati e granite completano poi il quadro dei dessert catanesi.

Per quanto riguarda il bere, è il vino rosso dell'Etna a farla da padrone. Molto amato è anche il seltz al limone, una bibita fresca preparata con sale, limone spremuto e seltz. Tipico di Catania, inoltre, è il latte di mandorla amato dai più piccini e dagli adulti.

Tra i ristoranti più famosi dove provare alcuni piatti tipici della zona, ci sono: il ristorante Il Canile, nel pieno centro storico, che propone le ricette regionali e nazionali a base di carne e pesce (da provare i ravioloni con polpa di spigola ai frutti di mare); il ristorante La Siciliana, in Viale Marco Polo, che da 40 anni propone il meglio della cucina locale, come la caponata di melanzane, le frittelle di neonata di pesce, i rigatoni alla catanese, solo per citare alcuni piatti forti; e l'elegante ristorante Al Massimo, situato vicino al Teatro Massimo, caratterizzato da una cucina sopraffina.

I festival catanesi

Tra i festival che si svolgono a Catania ci sono il Tango Festival, Festival dei trailer cinematografici, Festival Mediterraneo delle Percussioni, l'Alkantara Fest e il Bellini Festival che omaggia il più celebre personaggio di Catania, ovvero Vincenzo Bellini.

Una città segnata da tante catastrofi

Il nome la città dell'Elefante che caratterizza Catania è da collegare agli Arabi che colonizzarono la città etnea nell'anno 900 rinominandola appunto Balad-eI4iI. Tutt'oggi la città si identifica con questo nome, come dimostra lo stemma di Catania, caratterizzato da un elefante chiamato U Liotru, e come si esplicita nel monumento simbolo della città, ovvero la fontana dell'Elefante, che svetta in Piazza del Duomo. Se gli arabi hanno avuto influenza sulla storia di Catania non sono da meno le altre popolazioni che sono passate per questa terra, dai Greci ai Romani, senza dimenticare i Bizantini e Normanni. Oggi una visita di questa città della Sicilia vi farà subito capire che esistono all'interno del suo territorio tante piccole città dentro la città: c'è quella antica, che riunisce le testimonianze di epoca romana, quella medievale e, infine, quella più famosa, la Catania barocca, che si esplicita nel suo centro storico annoverato tra i beni patrimonio dell'Umanità dell'Unesco.

Oltre ai monumenti incredibili che Catania presenta, è opportuno sapere che la storia di questa città non è stata facile: distruzioni e ricostruzioni sono state le due parole chiave che hanno caratterizzato il passato di questa terra. Le catastrofi si sono susseguite nel corso degli anni, tuttavia non hanno rovinato lo spirito e il bel clima che si respira: la città, ogni volta, è risorta dalle sue ceneri, diventando sempre più bella. La prima distruzione è datata 476 a.C., con la deportazione degli abitanti da parte del tiranno di Siracusa, nel 121 l'Etna erutta, distruggendo il centro città. Nel 1169 è la volta di un terremoto che non solo manda in pezzi palazzi e strade, ma che causa la morte di circa 15mila abitanti. Le guerre, la peste mettono a tappeto nuovamente Catania. E ancora l'eruzione del 1669, il terremoto del 1663, il sisma del 1908 e i bombardamenti della seconda guerra mondiale mettono a dura prova questa città che comunque ha sempre trovato la forza di rialzarsi.

Oggi questo centro dallo storia millenaria si presenta come un territorio incredibilmente affascinante da scoprire e molto visitato sia dagli italiani sia da turisti stranieri. Per raggiungere Catania è possibile atterrare all'aeroporto di Fontanarossa, a soli 4 chilometri di distanza dal centro città, collegato con le maggiori città italiane: Napoli, Milano, Roma, Palermo e Brindisi.

Ogni periodo è buono per lasciarsi immergere in questa città, che vi consentirà di fare un balzo indietro nel tempo.

Barocco e romano: gli stili predominanti di Catania
    <li><b>I monumenti risalenti alla dominazione romana </b></li>
Se la maggior parte dei monumenti realizzati nel periodo greco non hanno avuto la fortuna di resistere fino a giorni nostri, non si può dire lo stesso dei monumenti risalenti alla dominazione romana che, invece, rappresentano uno dei tratti attrattivi di questa città. A Catania è possibile imbattersi in alcuni importanti monumenti, resi visitabili grazie ai molti lavori di scavo. Gran parte di questi preziosi resti sono ospitati all'interno del Museo Civico. Ecco cosa non dovete perdervi:
    <li>
    <ul>
    <li><i>Il teatro romano</i></li>
    </ul>
    </li>
Risalente al II secolo dopo Cristo e realizzato sopra una precedente costruzione che potrebbe essere realizzata nel periodo dell'età greca classica o nel I secolo. Si trova all'incrocio tra Piazza S. Francesco, via Vittorio Emanuele, via Timeo e via Teatro Greco: negli anni settanta è stato utilizzato per lo svolgimento di spettacoli estivi, oggi è quasi tutto visitabile, fatta eccezione per le parti tuttora in restauro. Vicino al teatro romano si trova l'Odeon, una costruzione semicircolare utilizzata in passato per spettacoli di danza.
    <li>
    <ul>
    <li><i>L'Anfiteatro </i></li>
    </ul>
    </li>
Di notevole bellezza è l'anfiteatro, di cui è visibile solo una piccola parte, a ridosso della collina Montevergine, vicino a piazza Stesicoro. Realizzato nel II secolo, riporta una frase scritta al suo interno "Per me civitas Catanensium sublimatur a Christo", che, secondo la tradizione, fu detta da Sant'Agata, che proprio in quella zona subì il martirio.
    <li>
    <ul>
    <li><i>Le terme</i></li>
    </ul>
    </li>
Tre sono le terme di stampo romano che si trovano a Catania: le terme Achilliane, in Piazza Duomo, risalgono al IV e V secolo, le terme dell'Indirizzo (che sorgono nella zona settecentesca della città) sono datate nel II secolo e le terme della Rotonda (II-III secolo) che si trovano vicino all'Odeon.
    <li><b>U Liotru e la fontana dell'Elefante</b></li>
Il monumento più celebre di Catania è la fontana dell'Elefante che domina Piazza del Duomo. Ad opera dell'architetto Giovanni Battista Vaccarini, la fontana rappresenta un elefante (U Liotru, appunto, dal nome dello stemma di Catania) che sorregge un obelisco egiziano. L'opera fu realizzata tra il 1735 e il 1737 e rappresenta le tre civiltà: quella punica (l'elefante è il simbolo della sconfitta dei cartaginesi), quella egiziana (come è chiaro dalla presenza dell'obelisco, portato a Catania ai tempi delle Crociate) e quella cristiana, come si nota dalla croce montata sull'obelisco.
    <li><b>Il Castello Ursino </b></li>
Uno dei luoghi più visitati di Catania è senza dubbio il Castello Ursino, fatto costruire nel XIII secolo da Federico II di Svevia, usato nel corso degli anni come parlamento e come residenza dei sovrani aragonesi. Oggi ospita il Museo Civico della città, dove sono esposte molte opere che ripercorrono la storia millenaria di Catania.
    <li><b>I monumenti di stampo barocco </b></li>
Se c'è uno stile che caratterizza principalmente Catania quello è il barocco. Tutto il centro storico della città è costellato da una serie di edifici, costruzioni e monumenti di stampo barocco che rientrano all'interno dei beni dichiarati Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'Unesco. Partite da via dei Crociferi, centralissima, e passeggiate per tutto il centro: ogni angolo vi consentirà di ammirare un'opera d'arte. Ecco qui le costruzioni barocche più conosciute:
    <li>
    <ul>
    <li><i>Cattedrale di sant'Agata</i></li>
    </ul>
    </li>
La cattedrale dedicata alla patrona della città, nonché vergine e martire, Sant'Agata si trova nell'omonima piazza e rappresenta la costruzione religiosa più significativa di tutta la città. Costruita nella seconda metà del 1000, è stata più volte distrutta dai terremoti e dalle eruzioni vulcaniche, oggi svetta, maestosa, nella piazza. Una chicca da non perdere per gli amanti dell'architettura religiosa.
    <li>
    <ul>
    <li><i>Badia di Sant'Agata </i></li>
    </ul>
    </li>
La chiesa Badia di Sant'Agata si trova non lontano dalla omonima cattedrale, in via Vittorio Emanuele, e costituisce un secondo esempio di costruzione religiosa di stampo barocco
    <li>
    <ul>
    <li><i>Chiesa di San Benedetto </i></li>
    </ul>
    </li>
Stucchi e affreschi rappresentano i tratti principali della Chiesa di San Benedetto, che costituisce uno splendido esempio di barocco siciliano.
    <li>
    <ul>
    <li><i>Palazzi barocchi </i></li>
    </ul>
    </li>
Tanti sono i palazzi barocchi a Catania: si va dal Palazzo degli Elefanti, sede del Municipio di Catania, costruito nel 1696 nella scenografica piazza del Duomo, al Palazzo Biscari nell'omonima via e al Palazzo Toscano (in piazza Stesicoro), senza dimenticare Palazzo Reburdone in via Vittorio Emanuele II e Palazzo Bruca, oggi sede del Museo del Giocattolo. 
    <li><b>Giardino Bellini</b></li>
Gli amanti del verde e della natura non potranno perdersi questo giardino, il più antico dei quattro giardini della città etnea. Nel parco si trova il Viale degli Uomini Illustri, inaugurato nel 1880 con i busti dei più importanti personaggi della storia italiana e siciliana: tra questi si trovano Giuseppe Mazzini, Luigi Capuana, Giovanni Verga e tanti altri.
    <li><b>Rettilario Mediterraneo </b></li>
Testuggini, tartarughe, caimani e serpenti si trovano in questo bel Rettilario, che con i suoi 200 metri quadrati offre al visitatore la possibilità di vedere alcune importati specie esotiche ed europee. Nelle teche gli animali vengono riprodotti gli habitat naturali degli animali: gli interessati potranno approfondire la metodologia di allevamento degli stessi animali.

Buoni motivi per prenotare i tuoi biglietti per Catania con Logitravel

Viaggia per Catania a partire da solo €64

Abbiamo i biglietti aerei per Catania al miglior prezzo. Ti mostriamo il prezzo finale fin dal primo passaggio, senza sorprese al momento del pagamento, e in molti casi le spese di gestione sono completamente gratuite!

Tutte le combinazioni

Ti offriamo tutte le combinazioni di voli economici per Catania, combinandoli anche con tratte ferroviarie

Tutti gli extra

Aggiungi innumerevoli servizi alla tua prenotazione per Catania: assicurazione di viaggio, protezione del volo e dei bagagli, invio delle carte d'imbarco e molto altro!

A tua disposizione 24 ore su 24

Viaggia in tutta tranquillità per Catania. Ti offriamo assistenza 24 ore su 24 a destinazione, 365 giorni all'anno

Aeroporti vicini a Catania

Il codice IATA per l'aeroporto Catania è CTA

L'Aeroporto Internazionale di Catania-Fontanarossa è il 5° scalo italiano per numero di passeggeri ed il primo del Sud Italia , dista 11 km dalla città di Catania alla quale è collegato  con una valida rete di autolinee extraurbane e taxi. In questo scalo atterrano e partono ogni giorno numerosi voli per tutte le località ed è servito da numerose compagnie aere di tutto il mondo. L'aeroporto è anche ben collegato con la stazione ferroviaria di Catania attraverso un servizio di trasporto urbano.  E' previsto inoltre un progetto di costruzione più ampio di questo aeroporto che si pensa si porterà a termine nel 2016 con tre terminal e la costruzione di una seconda pista. E' prevista inoltre anche la costruzione di parcheggi multipiano e nuove aree commerciali.  

6.4

Bene

basato su 711 recensioni

  • Collegamenti / comunicazioni
    7
  • Trasporti pubblici
    6
  • Check-in / Ritiro bagagli
    7
  • Informazioni
    6
  • Ristoranti / Bar-caffetterie
    7
  • Negozi
    6
  • Servizi di Autonoleggio
    6

Previsioni del tempo a Catania

Domande frequenti su Catania

Le compagnie aeree con voli per Catania sono:

Con Logitravel puoi confrontare tutti i prezzi di più di 30 compagnie aeree e fornitori.