Profilo
Partenza:
06 9762 9170
Aiuto...
Social...
Cambia paese...

Sicilia, 10 Giorni

Percorso alla scoperta della Sicilia più spettacolare 8

A modo tuo in auto

Da  €  554  €  499
Sicilia: Percorso alla scoperta della Sicilia più spettacolare, a modo tuo in auto

Scopri al volante i luoghi più spettacolari dell'Isola del Fuoco

Con il suo fascino, la Sicilia è in grado di rapire chiunque, sin dal primo momento in cui si mette piede in terra siciliana. Il suo fascino mediterraneo, il suo cuore di fuoco, la sua insolita fusione culturale frutto dell'unione tra Oriente e Occidente, i suoi eccezionali siti archeologici e i famosi templi greci, i suoi bellissimi paesaggi naturali e vulcanici, le sue magnifiche spiagge e gli incantevoli villaggi e città con vista mare, le sue pittoresche tradizioni, la sua deliziosa cucina e i vini pregiati. Sono molte le ragioni che ti spingeranno a scoprire questa meraviglia italiana che in passato ospitò importanti civiltà che hanno lasciato splendide tracce di un glorioso passato. "L'Itinerario alla scoperta della Sicilia più spettacolare" è un viaggio completo che ti permetterà di scoprire i luoghi più suggestivi e rappresentativi di questa meravigliosa isola del Mediterraneo. Un invito a intraprendere uno dei viaggi su strada più spettacolari di tutta Europa. Lo splendido capoluogo di Palermo è il punto di partenza ideale per esplorare un'isola piena di sorprese. La strada si snoda attraverso splendidi paesaggi, famose località e scorci ricchi di autenticità, che non sono ancora stati presi d'assalto dal turismo di massa. Scopri la Sicilia più autentica in auto, al ritmo che preferisci, assaporando e godendoti ogni momento del viaggio. L'itinerario prevede la visita di meraviglie come il Palazzo dei Normanni (Palermo), di magnifiche cattedrali come quella di Monreale e di Cefalù, di incantevoli borghi medievali con viste mozzafiato come Erice, e, ancora, tranquille passeggiate attraverso incantevoli centri storici come quello di Trapani e di Ragusa Ibla, la visita di spettacolari templi come quello di Segesta, Selinunte e Agrigento e di luoghi unici nel loro genere, come Piazza Armerina e la "Villa Romana del Casale". Nella zona orientale, si nascondono alcuni tra i maggiori tesori dell'isola: le spettacolari "città in stile tardo barocco della Val di Noto", un insieme di siti dichiarati Patrimonio dell'Umanità e caratterizzati da una bellezza mozzafiato. La vivace città di Catania sorge ai piedi del maestoso Etna, il vulcano attivo più grande d'Europa, e ti affascinerà sicuramente con la sua vita notturna. La vicina e incantevole città di Taormina, con il suo monumentale Teatro Greco, i suoi scorci romantici costellati di buganvillee e le suggestive piazzette, ti farà vivere il fascino degli anni Cinquanta e Sessanta, quando la bellezza di questa isola incantò scrittori come Truman Capote, Thomas Mann e Goethe, personaggi della nobiltà e dell'aristocrazia come Guglielmo II, e, ancora, artisti come Greta Garbo, Cary Grant, Orson Welles e Rita Hayworth. Da non perdere!

Servizi inclusi nel viaggio

  • Volo di andata e ritorno
  • Soggiorno negli hotel selezionati
  • Trattamento selezionato
  • Auto a noleggio
  • Assicurazione di viaggio

Servizi NON inclusi

  • Tasse locali

Note Importanti

  • Le escursioni e le visite consigliate per ogni giorno sono indicative: il viaggiatore può progettare il viaggio secondo le proprie esigenze in base ai suoi ritmi, ai suoi gusti e alle sue necessità.
Itinerario Completo

Giorno 1: Città di partenza - Palermo

Partenza del volo dalla città di origine fino a Palermo e noleggio dell'automobile. La Sicilia seduce i viaggiatori con le sue splendide città, tra cui vi è Palermo. Importante porto commerciale sin dai tempi dei Fenici e situata in prossimità di un'ampia baia, questa città è il punto di partenza ideale per esplorare l'affascinante isola siciliana. Esposta per secoli alla cultura orientale e a quella occidentale, oggi Palermo è una città vivace e moderna e vanta un affascinante patrimonio storico così come importanti testimonianze artistiche e culturali. La sua storia è ancora presente nella vita quotidiana della città e le strade del centro storico conservano tuttora un'affascinante atmosfera orientale. Lasciati sedurre dalla sua atmosfera mediterranea e approfitta delle molteplici possibilità per il tempo libero che l'isola offre; fai un tuffo nel passato, più precisamente nell'Età dell'Oro, camminando per i Quattro Canti; rifletti sulla caducità della vita nelle suggestive Catacombe dei Cappuccini, luogo di sepoltura delle classi più abbienti; partecipa a un concerto presso il Teatro Massimo, il terzo teatro più grande d'Europa; fai una piacevole sosta nei tanti bar della vivace Piazza Olivella; contempla il favoloso Oratorio del Rosario (Chiesa di San Domenico), opera del famoso artista Anton van Dyck; rimani a bocca aperta mentre ammiri il mix culturale tipico dell'architettura siciliana in meraviglie architettoniche come la Cattedrale e la Cappella Palatina, all'interno del Palazzo dei Normanni che risale al secolo XII; conosci più a fondo l'importante storia della Sicilia nel Museo Archeologico Regionale, uno dei più importanti in Europa; scopri i miracoli che vengono attribuiti a Santa Rosalia, patrona della città; passeggia senza una meta precisa per il colorato e vivace mercato di Ballarò; e, infine, lasciati viziare dalla deliziosa gastronomia e assapora i magnifici vini siciliani nelle famose trattorie del centro storico. Pernottamento a Palermo.

Giorno 2: Palermo - Monreale - Palermo

Continuiamo a esplorare la città di Palermo e i suoi dintorni. A circa 30 minuti dal capoluogo dell'isola, sorge l'affascinante città di Monreale con la sua maestosa cattedrale arabo-normanna che domina Palermo dalla famosa Conca d'Oro. La Cattedrale, fatta costruire dal re normanno Guglielmo II, è una delle meraviglie del Medioevo nonché uno dei migliori esempi di architettura normanna che è possibile ammirare in Sicilia. I suoi 6.500 metri quadrati di mosaici, tra i quali spicca un enorme Pantocrator, sono un'autentica meraviglia. Approfitta della visita per gustare un caffè e un gelato nella vivace Piazza Guglielmo, punteggiata di palme, bar e pittoresche botteghe. Dalla piazza potrai raggiungere il Belvedere da dove potrai ammirare una magnifica vista panoramica sul Golfo di Palermo. (Nota. L'escursione di Monreale dura all'incirca 3-4 ore. Per evitare le grandi folle, si consiglia di visitare la città la mattina presto o nel tardo pomeriggio). Se desideri goderti il sole e il mare, potrai raggiungere la spiaggia di Mondello, vicinissima a Palermo. Tieni presente che nei mesi estivi più caldi la spiaggia è molto affollata. Di ritorno a Palermo continuiamo a lasciarci sorprendere dai suoi contrasti, dal suo splendore e dal mix di stili architettonici diversi, tra cui lo stile normanno, quello fiorentino e quello barocco. Non dimenticarti di goderti la sua vivace vita notturna e di provare i suoi tanti ristoranti alla moda! Pernottamento a Palermo.

Giorno 3: Palermo - Segesta - Trapani - Erice - Trapani

Lasciamo il capoluogo dell'isola per scoprire alcune tra le testimonianze più importanti degli Elimi (un antico popolo che occupava la parte occidentale della Sicilia durante l'Età del Bronzo e nell'antichità classica) e uno dei templi dorici meglio conservati al mondo (V secolo a.C.). Costruito in un luogo solitario, sono ancora molte leggende che ruotano attorno la sua costruzione. Il tempio, ben conservato e circondato da verdi colline e aspre montagne, è avvolto in un'atmosfera magica. (Nota. Se visiti il sito archeologico di Segesta in estate, è preferibile evitare le ore più calde). Proseguiamo il nostro itinerario seguendo le indicazioni per Trapani. Da lì, prendiamo la SP3 fino a raggiungere Erice. Nonostante sia presa d'assedio da parte dei turisti in alta stagione, questa affascinante città è riuscita a conservare il suo fascino storico e medievale. La vista panoramica di cui si gode dal Monte Erice e dai Giardini del Balio è mozzafiato. Nelle giornate di sole, si riesce perfino ad ammirare la costa tunisina e l'Etna. In prossimità dei giardini sorgono il Castello di Venere e il Tempio di Venere, dea molto legata al passato di questa città, conosciuta per le sue opere in ceramica e per i magnifici tappeti. Concludiamo la giornata a Trapani, città che raggiungiamo dopo aver percorso la SP3. (Nota. La SP3 è una strada stretta e panoramica, piena di curve. Se preferisci evitare di percorrere questo tratto di 14 chilometri, puoi decidere di raggiungere Erice da Trapani mediante la moderna funivia panoramica. La funivia è più veloce della macchina e ti permetterà anche di contemplare la città, il mare e le vaste distese di sale durante il tragitto). Di ritorno a Trapani, goditi una passeggiata al tramonto attraverso il suo suggestivo centro storico. (Nota. Se hai abbastanza tempo a disposizione, ti consigliamo di percorrere la famosa "Via del Sale" per scoprire le saline che si estendono da Trapani a Marsala e la laguna Stagnone, la più grande di tutta la Sicilia). Pernottamento a Trapani.

Giorno 4: Trapani - Selinunte - Valle dei Templi - Agrigento

Dopo aver goduto del fascino della città di Trapani, ci dirigiamo verso la costa meridionale per scoprire uno dei templi greci più grandi d'Europa. Il sito archeologico di Selinunte (VII secolo a.C.) è uno dei siti più importanti e spettacolari che avrai modo di ammirare durante l'itinerario. (Nota. L'Ufficio del Turismo di Castelvetrano organizza visite su dei carrelli elettrici). Dalla vicina spiaggia di Marinella potrai goderti il meraviglioso mare con vista sulle magnifiche rovine. Continuiamo con il nostro itinerario. Dopo 1 ora e 50 minuti di tragitto, raggiungiamo la nostra prossima tappa: la famosa Valle dei Templi di Agrigento. Dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, l'antica Akragas era il cuore di una delle città più importanti e fiorenti della Magna Grecia. L'acropoli, che si staglia sullo sfondo del mare turchese, era considerata "la più bella città dei mortali". Oggi, è uno dei luoghi più visitati di tutta la Sicilia. Qui, i veri e propri must da visitare sono il tempio di Zeus Olimpio e il Santuario delle divinità Ctonie. (Nota. Per visitare il Museo Archeologico Regionale e la famosa Valle dei Templi sono necessarie circa 2-3 ore. Prima di recarti presso questi siti, controlla gli orari di apertura e di chiusura per poter organizzare al meglio la tua giornata. La Valle dei Templi è divisa in tre settori, tutti vicini all'area di parcheggio e all'ufficio informazioni che si occupa anche della vendita dei biglietti). Terminiamo la giornata passeggiando per il centro storico di Agrigento e lasciandoci viziare dalla deliziosa cucina siciliana. Pernottamento ad Agrigento.

Giorno 5: Agrigento - Villa Romana del Casale - Piazza Armerina - Ragusa

Dopo una passeggiata per il quartiere medievale di Agrigento, la visita della cattedrale e di altri monumenti, ci dirigiamo verso la famosa Villa Romana del Casale, un edificio abitativo tardo antico risalente al III secolo che si trova a soli 15 minuti di auto dal comune di Piazza Armerina. La Villa dispone di 50 sale ed è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Dopo esser stata sepolta sotto il fango per secoli, negli anni Cinquanta fu scoperta in perfette condizioni. I mosaici romani che ricoprono i pavimenti sono magnifici e tra i meglio conservati al mondo. (Nota. Per godersi il sontuoso sito senza folle eccessive, si consiglia di visitare la Villa nelle prime ore del mattino o a mezzogiorno, sempre ammesso che le temperature non siano troppo elevate. Per una maggiore comodità, si consiglia di parcheggiare il proprio veicolo nel parcheggio della Villa stessa). A Piazza Armerina passeggiamo in tutta tranquillità per le sue strade e ammiriamo alcune tra le pitture dell'entroterra siciliano più autentiche che si potranno ammirare durante tutto il viaggio. (Nota. Se vai in Sicilia verso la metà agosto, non puoi assolutamente lasciarti sfuggire il famoso festival del "Palio dei Normanni"). Nel pomeriggio, ci dirigiamo verso l'incantevole città di Ragusa, situata a circa 100 chilometri di distanza. Qui, scopriremo l'esistenza di due città in una: Ragusa Ibla e Ragusa Superiore. Si consiglia di fare una tranquilla passeggiata e di gustare una cena deliziosa nel cuore di Ragusa Ibla, città ricca di fascino e dall'atmosfera magica. Labirintica e maestosa, la città è punteggiata di palazzi dell'aristocrazia locale, tipiche case in pietra, eleganti chiese e piazze suggestive. Continuiamo a scoprire l'affascinante cultura siciliana attraverso la sua deliziosa cucina, influenzata da diverse civiltà e popolazioni, tra cui i Greci, i Romani, i Bizantini, gli Arabi, i Normanni e gli Spagnoli. Pernottamento a Ragusa.

Giorno 6: Ragusa - Modica - Scicli - Noto - Siracusa

Dopo aver visitato l'affascinante città di Ragusa, continuiamo il nostro itinerario: questa volta alla scoperta delle "città tardo barocche della Val di Noto" che, grazie al loro fascino, sono state dichiarate Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Si inizia! Ragusa e Modica (Patrimonio dell'Umanità) sono collegate tra loro da una strada di circa 15 chilometri che si snoda tra dolci colline e splendidi paesaggi punteggiati dagli alberi di limoni. Costruita sulle pareti di una gola profonda, la città natale del Premio Nobel per la letteratura Salvatore Quasimodo seduce i viaggiatori con i suoi magnifici edifici medievali, meraviglie architettoniche come la Chiesa di San Giorgio, strade popolose come Corso Umberto I e, ancora, con piatti tipici deliziosi come la "mpanatigghi", ovvero una pasta ripiena di carne e cioccolato. (Nota. Questa città è nota per la sua produzione di cioccolato: vengono infatti ancora utilizzate le stesse tecniche che nell'antichità erano impiegate dagli Aztechi. Si tratta di tecniche tramandate dai primi spagnoli che portarono il cioccolato dal "Nuovo Mondo" fino in Sicilia). Lungo il tragitto che ti porterà a Noto, potrai fare una deviazione per visitare la città di Scicli (Patrimonio dell'Umanità), un gioiello barocco situato a circa 10 chilometri a sud di Modica. E così arriviamo a Noto (Patrimonio dell'Umanità), una delle città barocche più belle di tutta la Sicilia. Passeggiare lungo l'elegante Corso Vittorio Emanuele, costellato di palazzi e chiese barocche, è un'esperienza meravigliosa: i siti più monumentali della città si affacciano proprio su questo viale. È possibile scoprire la vita lussuosa che conduceva l'antica nobiltà visitando l'incantevole Palazzo Nicolaci di Villadorata. La nostra ultima tappa di oggi sarà Siracusa (Patrimonio dell'Umanità), un'affascinante città forgiata dal calore di civiltà e culture diverse. Fondata nel 734-733 a.C., si estende lungo la costa vicino all'isola di Ortigia ed è collegata alla terraferma mediante un ponte. Considerata una delle città più belle dell'antichità, per le sue strade camminavano personaggi del calibro di Platone, Archimede ed Eschilo. Gran parte del suo fascino sta nella maestria nel combinare il passato greco e romano con l'architettura del XVIII secolo, dando così origine a un sito spettacolare e unico nel suo genere. Oggi, monumenti come il Tempio di Minerva, trasformato in una cattedrale cristiana, la Fontana di Aretusa, il Tempio di Apollo e l'anfiteatro romano sono testimonianze autentiche del suo glorioso passato. (Nota. È possibile dividere la visita in due fasi: la prima dedicata al Parco Archeologico e la seconda all'isola di Ortigia). Pernottamento a Siracusa.

Giorno 7: Siracusa - Catania

Dopo aver visitato la splendida città di Siracusa, ci dirigiamo verso la vivace città di Catania, dichiarata Patrimonio dell'Umanità e situata a circa 66 chilometri in direzione nord. Lungo la strada, attraversiamo terre puntaggiate di vigneti e paesaggi splendidi. Situata sulla costa orientale, ai piedi dell'Etna, Catania è la seconda città più grande della Sicilia. Questa vivace città sorprende i viaggiatori con il suo ricchissimo patrimonio culturale, essendo stata una città greca, romana, bizantina, araba, normanna, borbonica, sveva, angioina, aragonese, spagnola e italiana. Ben collegata e con una vivace vita notturna, il suo elegante centro storico in stile barocco fu costruito con la roccia lavica che fuoriscì dall'Etna durante l'eruzione del 1669. (Nota. Il centro della città è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità insieme alle città del tardo barocco della Val di Noto). Nella vivace Piazza Duomo potrai ammirare alcuni dei principali luoghi di interesse della città, tra cui la Cattedrale dedicata a Sant'Agata, la Fontana dell'Elefante e il mercato della Pescheria. Se desideri fare shopping, non dovrai far altro che recarti in via Etnea: qui l'offerta di caffetterie, negozi e boutique è davvero ampia. Cogli al volo l'opportunità di gustare la tipica "pasta alla norma", preparata con melanzane e ricotta, una specialità che deve il suo nome a uno dei figli prediletti della città: il compositore Vincenzo Bellini, autore dell'opera "Norma". Pernottamento a Catania.

Giorno 8: Catania - Vulcano Etna - Taormina - Catania

Da Catania, l'escursione all'Etna è un vero e proprio must (sempre ammesso che le condizioni meteorologiche lo consentano. Se hai bisogno di informazioni al riguardo, puoi contattare l'Ufficio del Turismo di Catania oppure puoi visitare il sito web funiviaetna.com). Fare un'escursione sull'Etna, il vulcano attivo più grande d'Europa, ti permetterà di conoscere da vicino l'attività vulcanica dell'isola e di godere di una vista panoramica sulla regione eccezionale così come di un insolito paesaggio lunare punteggiato da una rigogliosa vegetazione. La sua imponente sagoma, che domina la parte orientale dell'isola, ospita un ambiente in cui la natura, la cultura e la storia danno origine a un luogo davvero unico nel suo genere. (Nota. Il tour durerà all'incirca 3-4 ore e non è incluso. Rispetta sempre le norme di sicurezza. A causa della natura imprevedibile del vulcano, si consiglia di effettuare l'escursione accompagnati da una guida. Si può accedere all'Etna da due accessi principali, quello sud e quello nord. L'accesso sud è il più frequentato dai turisti e consente un'ascensione ai crateri fumanti più semplice. Se arrivi in auto, segui le indicazioni per Etna Sud fino al "Rifugio Sapienza", a circa 18 km da Nicolosi. A questo punto, lascia l'auto al parcheggio e pianifica un'ascensione suddivisa in due parti. Nella prima parte, puoi salire facendo trekking o prendendo la funivia denominata "Funivia dell'Etna". La seconda parte va invece percorsa a bordo di un fuoristrada. Un consiglio: parti ben equipaggiato, indossa scarpe comode e non dimenticare di portare con te dei vestiti pesanti e un paio di occhiali da sole. Dopo una delle escursioni più intense di tutto l'itinerario, ci dirigiamo verso la meravigliosa Taormina, una delle città che meglio riflettono l'anima storica di questa affascinante isola, grazie ai suoi monumenti greci, romani, bizantini e medievali. Principale centro turistico della Sicilia, la città di Taormina è una meraviglia medievale, punteggiata da splendide buganvilee e perfettamente conservata. Caratterizzata da angoli romantici e piazzette suggestive, la sua bellezza abbagliò scrittori come Truman Capote, Thomas Mann e Goethe, personaggi della nobiltà e dell'aristocrazia come Guglielmo II, e, ancora, artisti come Greta Garbo, Cary Grant, Orson Welles e Rita Hayworth. Oggi, un flusso costante di turisti la visita ogni giorno. Il suo monumentale Teatro Greco (III secolo a.C.) con vista sulle cime dell'Etna, la baia di Naxos e sul Mar Ionio è un vero e proprio spettacolo. Dedica del tempo a una meravigliosa passeggiata e respira il fascino tipico delle sue strade di ciottoli, dei suoi affascinanti negozi e delle sue terrazze sul mare. Pernottamento a Catania.

Giorno 9: Catania - Cefalù - Palermo

Da Catania, cominciamo il nostro viaggio di ritorno verso Palermo. (Nota. Questo è il modo più veloce per raggiungere il capoluogo siciliano, se ci si trova in questa parte dell'isola). Prima di raggiungere il capoluogo siciliano, è possibile fare una deviazione per visitare l'incantevole zona costiera di Cefalù, una delle località che meglio conserva l'impronta normanna. Immortalato nel film "Cinema Paradiso", questo antico borgo di pescatori dal fascino medievale vanta numerose spiagge, ottime infrastrutture turistiche e un'atmosfera vivace che attira gli stessi abitanti della Sicilia e turisti provenienti da ogni parte del mondo. Oltre a stendere l'asciugamano e goderti il sole, potrai scegliere tra diverse attività come ad esempio la pratica di alcuni sport acquatici, l'osservazione dei cetacei o una tranquilla passeggiata per il suo centro storico per scoprire meraviglie architettoniche come la splendida Cattedrale arabo-normanna (risalente al XII secolo) con i suoi mosaici bizantini e il suo incantevole cortile interno, il monastero di Santa Caterina (l'attuale municipio) e il Palazzo Vescovile. Assapora le deliziose specialità di pesce con una meravigliosa vista sul mare! (Nota. Trovare parcheggio a Cefalù in estate non è cosa facile. Si consiglia quindi di lasciare l'auto in periferia). Percorrendo la strada che costeggia la costa settentrionale per circa un'ora e mezza, facciamo ritorno a Palermo, situata a circa 69 chilometri di distanza da Cefalù. Concludiamo questo nostro indimenticabile viaggio nel capoluogo siciliano, in alcuni dei suoi moderni ristoranti. Pernottamento a Palermo.

Giorno 10: Palermo - Città di partenza

Ci dirigiamo per tempo all'aeroporto, restituiamo l'auto a noleggio e prendiamo il volo che ci riporterà alla città di partenza. Fine del viaggio e dei nostri servizi.

Palermo

Palermo è un comune italiano, capoluogo di Provincia e della Sicilia. È il principale centro culturale, storico ed economico-amministrativo della Sicilia. La storia di questa città è millenaria e così il suo patrimonio artistico ed architettonico è immenso. Oggi è la maggiore meta turistica della Regione Sicilia, dell'Italia e dell'Europa. Palermo si trova in una vasta pianura, affacciata al Mar Tirreno e che qua forma una vasta insenatura, chiamata Conca d'Oro. Il maggior numero di monumenti della città è dislocato nel centro storico, altri sono distribuiti in tutto il territorio palermitano.

Vedi la guida completa

Catania

Catania è un comune italiano, capoluogo di Provincia e la città più popolosa della Sicilia. Il barocco del suo centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità. La città sorge sulla costa orientale della Sicilia, ai piedi del vulcano Etna e a metà strada tra Messina e Siracusa. I parchi situati all'interno della città sono di notevole importanza. Catania conserva un grande patrimonio artistico che risale fin dall'epoca degli antichi Romani.

Vedi la guida completa

Cefalù

Cefalù, che fa parte del Parco delle Madonie, è inclusa nel club dei borghi più belli d’Italia grazie alla sua rilevanza artistica, storica e culturale. Questa bellissima provincia siciliana offre stupende spiagge e rilassanti passeggiate per le sue strade, garantendo ai turisti delle vacanze di relax. È uno dei maggiori centri balneari della regione e, nonostante le sue dimensioni (è un comune di circa 14.000 abitanti), ogni anno attrae un rilevante flusso di turisti locali, nazionali ed esteri.

Siracusa

Siracusa è un comune italiano, capoluogo della Provincia di Siracusa in Sicilia. Si trova sulla costa sud-orientale dell'isola ed è la quarta città della Sicilia per numero di abitanti, dopo Palermo, Catania e Messina. Venne definita da Cicerone, sin dall'antichità, una delle più grandi e belle delle città greche e dal 2005 è stata dichiarata Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO.

Vedi la guida completa

Ragusa

Ragusa è una bella città del sud della Sicilia conosciuta con tanti appellativi, come "città dei ponti" (per via delle tre strutture pittoresche che la attraversano), "isola nell'isola" o "altra Sicilia" come l'hanno chiamata artisti e letterati. Questo centro siciliano si presenta diviso in più quartieri: da non perdere sono la città vecchia chiamata anche Ragusa Ibla, con le sue antiche rovine, i palazzi barocchi e l'impianto medioevale, e Ragusa Superiore. Molti monumenti presenti in città sono stati dichiarati patrimoni dell'Umanità dall'Unesco.

Piazza Armerina

E' la famosa Villa del Casale l'aspetto più rilevante di Piazza Armerina, il comune siciliano in provincia di Enna (e precedentemente incluso dentro la provincia di Caltanissetta): è proprio quella villa tardo-romana che vanta l'appartenenza alla lista dei Patrimoni dell'umanità stilata dall'Unesco che spinge moltissimi turisti in questa zona del profondo sud d'Italia. A tutto questo si aggiunge un territorio naturale di indubbio fascino: piazza Armerina si trova infatti nell'entroterra del Golfo di Gela, sui monti Erei a 700 metri d'altitudine.

Agrigento

Agrigento è un comune italiano, capoluogo della Provincia di Agrigento, in Sicilia. Si tratta di una città e di una Provincia che comprende molti centri turistici rinomatissimi grazie al suo ingente patrimonio archeologico, (basti pensare alla Valle dei Templi), storico, culturale, naturalistico e folcloristico. I turisti che vengono a visitare questa città e i suoi dintorni sono tantissimi in ogni periodo dell'anno, ma specialmente in febbraio, quando si tiene la manifestazione culturale del "Mandorlo in fiore" che si svolge nella Valle dei Templi.

Vedi la guida completa

Trapani

Trapani è un comune italiano, capoluogo della provincia di Trapani in Sicilia. La varietà dell'ambiente, dall'ampia pianura ai Monti Erice e Cofano, la riserva naturale delle saline e del mare, fanno di Trapani e della sua Provincia un mondo tutto da scoprire. Tutt'intorno alla città ci sono paesi e contrade, ricchi di testimonianze e di storia, così come località di soggiorno estivo ed invernale. Trapani e la sua provincia è terra di sapori antichi; la sua cucina, genuina e paesana come l'ambiente da cui trae origine, presenta cibi molto apprezzati. Con un tale miscuglio di ingredienti il turismo assume valenza culturale-enogastronomica-sport-ambiente. Sono quindi numerose le infrastutture turistico-alberghiere che si trovano in questa zona con hotels di tutte le categorie.

Vedi la guida completa

Monreale

Taormina

Taormina è una città culturale e storica che si affaccia sul Mediterraneo. Presenta un ricco passato greco-romano e un presente vivace e ricco di iniziative culturali; nel suo antico teatro si celebrano ogni estate numerosi festival di arte, cinema e musica. Le spiagge di questa zona siciliana sono un altro importante richiamo per il turismo, come anche le bellissime stradine del suo centro storico, che ospita leggende in ogni angolo. Tra i monumenti più importanti di Taormina possiamo menzionare la Chiesa di San Giuseppe e la Torre dell’Orologio.

Erice

Situata nell’estrema punta occidentale della Sicilia, Erice è una località turistica siciliana famosa per la sua architettura normanna e i suoi dolci tradizionali. Le sue strette stradine medievali sono piene di magia e salire sulla funivia regala un’esperienza indimenticabile. A maggio la località di Erice è ancora pìù incantevole e colorata grazie a una gara che vede competere i cortili della città per la migliore decorazione floreale.

Scicli

Modica Ragusa

Noto

Nel sud della Sicilia troviamo il magnifico borgo di Noto, popolato per oltre quindici secoli da romani, siculi e arabi. Questo municipio italiano vanta un passato storico che si può apprezzare nei molteplici edifici che lo compongono, tra i quali spicca il Duomo di Noto, che è stato recentemente oggetto di restauri, ma anche la Chiesa di San Carlo Borromeo e la Porta Reale.

Hai bisogno di aiuto?Cicca qui
Hai bisogno di aiuto? Cicca qui